Viel del Pan: escursione ad anello da Canazei al Passo Fedaia

Viel del Pan: escursione ad anello da Canazei al passo Fedaia.

Il "Viel del Pan" o "via del Pan" è una delle più panoramiche escursioni da fare in val di Fassa .Si raggiunge il rifugio Fredarola con le funivie di Canazei o Alba o salendo da passo Pordoi. Da qui si raggiunge il rifugio Viel del Pan. Si continua scendendo al lago Fedaia o proseguendo a Porta Vescovo. Sentiero super panoramico su Dolomiti e Marmolada


SCHEDA TECNICA:

Partenza: Arrivo della funivia Col dei Rosch 2382 metri  
Tipologia: escursione ad anello
Dislivello: 150 metri
Quota massima: Rifugio Viel del Pan 2432 metri 
Tempi: tre ore per l’anello
Segnaletica: ottima
Difficoltà:facile
Punti d’appoggio: rifugio Fredarola, rifugio Viel del Pan
Gruppo: Marmolada
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 06, Val di Fassa e Dolomiti Fassa
Periodo consigliato: tarda primavera-estate



INTRODUZIONE:

La via del Pan o Viel del Pan è un interessante escursione che si può fare nelle Dolomiti, in Val di Fassa. Il Viel del Pan, un spettacolare sentiero in cresta di montagna dove la protagonista principale è la regina delle Dolomiti: la Marmolada! Il percorso Viel del Pan è un sentiero che unisce il passo Pordoi con il passo Fedaia e volendo con porta Vescovo ad Arabba. 


La Marmolada, con i suoi 3343 metri di punta Penìa, è la vetta più alta delle Dolomiti che però, a differenza delle sue colleghe, non è composta da dolomia, bensì per lo più da calcari grigi molto compatti derivati da scogliere coralline, con inserti di materiale vulcanico. La cosa più spettacolare comunque rimane il suo immenso ghiacciaio, il più grande delle Dolomiti, anche se, man mano che passano le stagioni, con il riscaldamento globale si sta riducendo a vista d’occhio. Anche la flora e la fauna sono molto presenti in questi versanti, la quantità di varietà di specie di fiori è notevole e, durante il tragitto non è cosa rara imbattersi in una marmotta. Curiosi sono i fiori rosso scuro, chiamati Negritella, che se annusati sanno da vaniglia. L'escursione al Viel del Pan è una delle tante escursioni da fare in val di Fassa nelle Dolomiti.

E' uscito "Alla scoperta dei rifugi della val di Fassa" stupenda guida targata Volpi del Vajolet adatta sia per chi è tra le prime volte che viene in valle sia per chi vuole avere in un unico punto uno spazio per inserire i timbri di tutti i rifugi!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

.

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO LUNGO LA VIA DEL PAN:


Per fare il Viel del Pan ci sono vari modi. Il primo è partendo Canazei, fulcro della val di Fassa, prendendo prima la cabinovia che porta in località Pecol e poi la funivia che porta a Col dei Rosc (Col dei Rossi) a 2382 metri s.l.m. Questo è già un ottimo punto panoramico sulla Marmolada e la val di Fassa, in particolare sul Ciampac. Da qui si raggiunge il rifugio Fredarola a 2388 metri s.l.m. situato subito sopra al passo Pordoi.  Il secondo modo è partendo da passo Pordoi e salire a piedi al rifugio Fredarola. Da qui, si inizia a percorrere il famoso Viel del Pan, sentiero  601 che in poco tempo porta all'omonimo rifugio: il rifugio Viel del Pan a quota 2432 metri s.l.m. Questo è sicuramente uno dei migliori punti per ammirare la regina delle Dolomiti, la Marmolada e il lago Fedaia. Subito a destra del ghiacciaio della Marmolada c'è il Gran Vernel. Il sentiero è un classico sentiero di terra battuta che corre in dorsale della montagna, molto pianeggiante con qualche salita. Dal rifugio Viel del Pan si prosegue sempre per il sentiero 601 che pian piano scende fino al passo Fedaia fino a raggiungere i 2054 metri s.l.m. Man mano che si scende il percorso regala delle vere e proprie cartoline sulla Marmolada e il lago Fedaia. Volendo allungare un po' l'escursione a metà strada tra il rifugio e il passo Fedaia si può prendere la deviazione che porta fino alla Porta Vescovo, snodo sciistico tra Arabba e la val di Fassa. Per tornare a Canazei si può prendere l'autobus di linea che passa ogni ora (attenzione agli orari che variano in base alla stagione). Se si ha lasciato l'auto in al passo Pordoi, raggiunto il rifugio Viel del Pan o porta Vescovo conviene tornare indietro per la stessa strada effettuata all'andata.

Tieni traccia di tutti i tuoi itinerari con il nuovo "Passaporto dell'escursionista" by Volpi del Vajolet. Un vero e proprio diario con lo spazio dove poter annotare tutti i dati dell'escursione come dislivello, difficoltà lunghezza, data ecc... e lo spazio per i vari timbri dei rifugi creando un personale libro di escursionismo. Lo trovi QUI su Amazon:




FOTO:

La Marmolada da col dei Rosc.

Il rifugio Fredarola.

Asinello al rifugio Fredarola.

Flora lungo il sentiero.

Fiori rosso scuro, Negritella, che se annusati sanno da vaniglia.

Sbuca una marmotta.

Manca poco al rifugio!

La Marmolada e il lago Fedaia.

Il rifugio Viel del Pan.

La Marmolada e il lago Fedaia.

Il sentiero che porta al rifugio.

Il ghiacciaio della Marmolada.

Il rifugio Viel del Pan.

Il lago Fedaia 

Il Sas da Ciapel. 

Pecore al pascolo sotto la Marmolada.


Il sentiero che scende al Passo Fedaia.

La bidonvia che sale a Pian dei Fiacconi

Splendida cartolina del lago Fedaia.

Un ape lungo il sentiero.

Ormai scesi al lago Fedaia.

Ormai scesi al lago Fedaia.

Ormai scesi al lago Fedaia.

In lontananza, zoomando molto si può ancora vedere il rifugio Viel del Pan.


PANORAMICHE:

Panoramica dal Rifugio Viel del Pan sulla Marmolada.

Commenti

  1. Fatto la settimana scorsa, tre ore sono sufficienti perchè molto semplice e le viste sulla Marmolada sono davvero imperdibili. Abbiamo anche incontrato qualche marmotta!

    RispondiElimina
  2. Fatto nel luglio 2020 partendo da Canazei. Molto bello e panoramico. Il rientro in bus da passo fedaia (per me e molti altri) è stato problematico perché non c'è biglietteria al passo fedaia e non facevano il biglietto sul bus.

    RispondiElimina

Posta un commento

Popular Posts