Giro del Sasso Piatto

Giro del Sasso Piatto: escursione ad anello da passo Sella.

Il giro del Sasso Piatto è un'escursione ad anello che parte da passo Sella, nelle Dolomiti, tra la val di Fassa e la val Gardena. Saliti al rifugio Toni Demez si gira attorno al Sasso Piatto toccando i rifugi Vicenza, Sasso Piatto, Pertini e Friedrich August.


SCHEDA TECNICA:

Partenza: Passo Sella 2244 metri
Tipologia: escursione ad anello
Dislivello: 400 metri
Quota massima: Rifugio Toni Demetz 2681 metri
Tempi: 6 ore per l’anello
Segnaletica: ottima
Difficoltà: medio facile
Punti d’appoggio: rifugio Toni Demetz, rifugio Vicenza, rifugio Sasso Piatto, rifugio Pertini
Gruppo: Sassolungo
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 06, Val di Fassa e Dolomiti Fassa
Periodo consigliato: estate

E' uscito "Alla scoperta dei rifugi della val di Fassa" stupenda guida targata Volpi del Vajolet adatta sia per chi è tra le prime volte che viene in valle sia per chi vuole avere in un unico punto uno spazio per inserire i timbri di tutti i rifugi!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

.

INTRODUZIONE:

Il giro del Sasso Piatto è un gran classico delle Dolomiti, tra la val di Fassa e la Val Gardena. Esso è una fantastica escursione circolare che offre dei panorami e scorci davvero unici, immersi nel gruppo Dolomitico del Sassolungo, simbolo della Val Gardena. Girando attorno a questa montagna si ha la possibilità di poter ammirare davvero molte cime Dolomitiche, prime fra tutti la Marmolada. La prima parte dell’escursione è rivolta a nord e si può scrutare la bellissima Val di Siusi e val Gardena con le Odle, poi procedendo verso ovest si apre il panorama sullo Scillar ed infine al ritorno, rivolti a sud, ci si affaccia alla val di Fassa con tutte le montagne che la circondano, Catinaccio, Marmolada e Sella. Anche se quest’escursione può sembrare relativamente semplice, non bisogna sottovalutare la lunghezza del percorso.

NUOVA GUIDA Volpi del Vajolet per famiglie e per chi sta iniziando a scoprire le Dolomiti da poco. Raggruppa i percorsi più facili e famosi delle Dolomiti. Scoprila a questo link:

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Punto di partenza del giro del Sasso Piatto è il Passo Sella, valico che collega la val di Fassa con la Val Gardena situato a 2244 metri s.l.m. Il primo rifugio da raggiungere è il rifugio Toni Demetz a 2685 metri s.l.m., quota massima per quest’escursione. Il rifugio è raggiungibile in due modi: il primo prendendo la cabinovia che lo collega direttamente al passo risparmiando quasi tutto il dislivello in salita, il secondo, invece, prendendo il sentiero CAI 525 che in un’ora e mezza di salita porta al rifugio.
Il rifugio è situato esattamente alla forcella Sassolungo che divide il Sasso Piatto dal Sassolungo. Per raggiugere il rifugio Vicenza, la prossima destinazione, bisogna infatti scendere per il lungo e a tratti esposto canalone, seguendo sempre il segnavia ben segnato, che divide in due queste montagne fino a raggiungere un’altezza di 2253 metri s.l.m. Subito sotto al rifugio Vicenza ci si imbatte ad un primo bivio, che permette a destra di fare il giro del Sassolungo, mentre a sinistra quello del Sasso Piatto. Si procede a sinistra, per il sentiero CAI 527, compiendo un’ampia traversata in orizzontale e un po’ in discesa con larghe vedute sull’Alpe di Siusi. Una volta compiuto questo tratto di sentiero bisogna fare un ultimo pezzo di salita per portarsi ad un’altezza di 2300 metri s.l.m. dove è situato il rifugio Sasso Piatto. Continuando a circumnavigare il Sasso Piatto si procede per il sentiero CAI 557, tratto molto bello e panoramico che porta prima al rifugio Sandro Pertini, situato sempre a quota 2300 metri s.l.m. e poi al rifugio Friedrich August, ultimo rifugio del giro. Infine da quest’ultimo rifugio si seguono le indicazioni per il passo Sella chiudendo così l’anello di quest’escursione.

Tieni traccia di tutti i tuoi itinerari con il nuovo "Passaporto dell'escursionista" by Volpi del Vajolet. Un vero e proprio diario con lo spazio dove poter annotare tutti i dati dell'escursione come dislivello, difficoltà lunghezza, data ecc... e lo spazio per i vari timbri dei rifugi creando un personale libro di escursionismo. Lo trovi QUI su Amazon:



VARIANTI:

Per fare il giro del Sassolungo anziché quello del Sasso Piatto basta andare a destra al bivio dopo il rifugio Vicenza.
Volendo si può fare il giro completo del Sassolungo e Sasso Piatto togliendo la salita al rifugio Toni Demetz e la discesa al rifugio Vicenza.



L'arrivo della cabinovia al rifugio Toni Demetz.

Il rifugio Toni Demetz.

il rifugio Vicenza.

Il rifugio Vicenza.


Sentiero con l'Alpe di Siusi sullo sfondo.

Le pareti del gruppo del Sassolungo.

Lo Scillar.

Le Odle con la Val Gardena.

L'Alpe di Siusi.


Arrivati al rifugio Sasso Piatto, sempre molto affollato.

Prospettiva verso il Sasso Piatto.



La Marmolada

Ci lasciamo in lontananza il rifugio Sasso Piatto.

Ecco il Col Rodella, La Marmolada e il rifugio Pertini nascosto dalla roccia.

Il rifugio Sandro Pertini.

Il Sella, si riesce a vedere l'arrivo della funivia del Pordoi e il rifugio Capanna Fassa.

Il rifugio Friedrich August.

La Marmolada, Il Sella e il passo Pordoi.

Il gruppo del Sassolungo con le caratteristiche cinque dita.




E' uscito "Alla scoperta dei rifugi della val di Fassa" stupenda guida targata Volpi del Vajolet adatta sia per chi è tra le prime volte che viene in valle sia per chi vuole avere in un unico punto uno spazio per inserire i timbri di tutti i rifugi!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

.
PANORAMICHE:

Panoramica dal Rifugio Vicenza.

Panoramica verso l'Alpe di Siusi.

Panoramica dal rifugio Sasso Piatto.

Panoramica dal Rifugio Sasso Piatto.

Panoramica verso il Sella.

Panoramica dal Col Rodella.

Panoramica dal Col Rodella.

Commenti

Posta un commento

Post più popolari