Escursione al rifugio Antelao da Pozzale di Cadore, sentiero 250

Escursione al rifugio Antelao da Pozzale di Cadore, sentiero 250.


SCHEDA TECNICA:
Partenza: Pozzale di Cadore 1100 metri
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 950 metri se si considerano 100 mt per risalire al monte Tranego al ritorno
Quota massima: Monte Tranego 1849 metri
Tempi: 2,5-3 ore per raggiungere il rifugio
Segnaletica: buona
Difficoltà: medio, il primo tratto abbastanza ripido
Punti d’appoggio: Rifugio Antelao
Gruppo: Dolomiti di Cadore
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 16, Dolomiti del centro Cadore
Periodo consigliato: tutto l’anno neve permettendo (verificare apertura rifugio)

INTRODUZIONE:

Una bella escursione che si può fare tutto l'anno nel Cadore, tempo permettendo, è senz'altro la salita al Rifugio Antelao da Pozzale di Cadore, frazione di Pieve di Cadore.
L’escursione è di difficoltà medio, medio difficile il dislivello totale tra andata e ritorno è di circa 950 metri. Il primo tratto dell’escursione si sale per un sentiero in mezzo al bosco in maniera abbastanza per poi sbucare sulla mulattiera che sale anch’essa al rifugio. Se si vuole evitare questo tratto abbastanza ripido si può salire direttamente per la mulattiera solo che si allungano i tempi. Arrivati in quota si aprono fantastici panorami sulla vallata del Cadore, sul lago Centro Cadore e sugli spalti di Toro. Arrivati anche a monte Tranego, prima tappa di quest’escursione si comincia a vedere anche il monte Antelao. E’ da considerare che al ritorno bisogna fare un’altro tratto di salita se si ritorna per la stessa strada effettuata all’andata. Dal rifugio Antelao nonostante sia leggermente più in basso del monte Tranego si gode di un ottima vista, in primis, sull'Antelao, detto anche il Re delle Dolomiti, che con i suoi 3254 è la seconda cima più alta delle Dolomiti dopo la Marmolada, nonostante sia abbastanza lontano dal rifugio.
Nel periodo invernale, di solito, il rifugio è aperto e permette di avere un punto di ristoro durante quest’escursione anche se la si compie nel freddo dell’inverno. Comunque verificare sempre se il rifugio è aperto sulla loro pagina Facebook o sul loro sito.
Quest’escursione è fantastica da fare con la neve, infatti, questa zona è detta anche regno delle ciaspole. Se purtroppo nevica poco o per niente come si vede nel video sotto, c’è da considerare che alcuni punti in tramontana sono ghiacciati e un paio di ramponcini possono fare comodo.

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per raggiungere il rifugio Antelao ci sono vari sentieri che partono anche da varie località, io ho scelto il sentiero 250 che con un buon dislivello sale prima al monte Tranego che offre sicuramente un buon panorama. Questo sentiero parte da Pozzale di Cadore, frazione di Pieve di Cadore a 1100 metri s.l.m. , e in auto, si sale fino alle ultime case, (in centro del paese c’è un cartello con le indicazioni) fino ad arrivare ad un bivio con con indicati i due sentieri che salgono da Pozzale. Si può parcheggiare subito prima o subito dopo a questo bivio. (vedi foto). Noi abbiamo parcheggiato subito prima del bivio e a piedi siamo saliti per il sentiero 250, a sinistra del bivio. La primissima parte di quest’escursione sale per stradina asfaltata, per poi, dopo due tornanti immettersi nel bosco. La prima parte di questo sentiero che si trova, appunto, in mezzo al bosco, è abbastanza ripida e faticosa fino a quando sbuca nelle mulattiera dove da qui il sentiero si fa più in dolce. Il panorama comincia ad aprirsi man mano che si sale verso la fine di questo primo tratto di sentiero. La prima tappa di quest’escursione è il monte Tranego che dopo circa due ore di salita lo si raggiunge a 1849 metri s.l.m. Dal monte Tranego, dopo esserci goduti il panorama si scende di 150 metri fino a raggiungere Forcella Antracisa a 1693 metri s.l.m. Da qui ormai manca poco e dopo mezz’ora di cammino dal monte Tranego si raggiunge anche il rifugio Antelao risalendo a 1796 metri s.l.m. Per il ritorno si può percorrere la stessa strada effettuata all’andata.

POTREBBE INTERESSARTI:

SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:


FOTO
La valle del Cadore con gli Spalti di Toro.

Lungo la salita.

Cartello a inizio escursione alla fine di Pozzale di Cadore.

Sentiero 250.

Salendo al monte Tranego.

Baita sul monte Tranego.

Il lago centro Cadore.

Ghiaccio in tramontana.

Il rifugio Antelao.

Forcella Antracisa.

In fondo il monte Antelao.

Punto panoramico.

Panorama sulla valle del Cadore.


Commenti

Post più popolari