Ferrata laghi del Cermis in val di Fiemme


Ferrata laghi del Cermìs in val di Fiemme


SCHEDA TECNICA:


Partenza: Paion del Cermìs 2230 metri Cavalese
Tipologia: escursione ad anello
Dislivello: 400 metri circa considerando vari saliscendi
Quota massima: Cima Castello di Bombasel 2535 metri
Tempi: 4.5 ore per l’anello senza soste
Segnaletica: ottima
Difficoltà: medio-facile – richiede set da ferrata, imbrago e caschetto
Punti d’appoggio: Rifugio Paion del Cermìs, Lo Chalet
Gruppo: Alpe Cermìs, Lagorai
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 14, Val di Fiemme, Lagorai, Latemar
Periodo consigliato: estate




INTRODUZIONE:


Un percorso molto interessante da percorrere nella val di Fiemme è sicuramente la ferrata laghi del Cermìs situata nel lato dei Lagorai della valle. La ferrata è una ferrata semplice con pochissimi passaggi impegnativi e molto ben ferrata in quanto è stata fatta di recente. Il basso dislivello inoltre rende questo percorso poco faticoso ma molto entusiasmante. Comunque non bisogna prendere alla leggera questo percorso, è pur sempre una ferrata e richiede set da ferrata, imbrago e caschetto oltre che prudenza. Per quest’itinerario bisogna prendere i 3 tronconi di funivia-seggiovia per arrivare già in quota e per chi alloggia in un qualsiasi hotel della val di Fiemme riceve la Guest Card che permette di salire su qualsiasi impianto di risalita della val di Fiemme in maniera totalmente gratuita, una promozione davvero niente male. Il paesaggio che si può ammirare è formato da verdi prati immersi in porfidi tipici della zona del Lagorai con innumerevoli laghetti sparsi tra le rocce tra cui i più grandi, i laghetti del Bombasel. Inoltre, si ha un fantastico panorama dall’alto su Cavalese e tutta la val di Fiemme alle pendici del Latemar. La ferrata è formata da due parti, la salita Vertigo, la prima parte che sale in vetta al castello di Bombasel, e la discesa Highway, più un sentiero attrezzato, molto semplice, che una ferrata vera e propria.


L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:


Per questa ferrata, parcheggiata l’auto a Cavalese, si prendono gli impianti di risalita dell’Alpe Cermìs che dopo due cabinovie e una seggiovia portano al Paion del Cermìs a 2230 metri s.l.m. Da qui si procede per il sentiero L03 che scende al rifugio Lo Chalet a 2160 metri s.l.m. e poi risale in 40 minuti ai laghetti di Bombasel a 2200 metri circa. Dai laghetti del Bombasel si risale a sinistra per il sentiero L06 alla forcella del Macaco a 2278 metri dove ci si può imbragare e mettere il set da ferrata. Da qui inizia la ferrata “vertigo” che in un’oretta porta alla cima del Castello di Bombasel a 2535 metri s.l.m. Da qui si può scendere dalla parte opposta che si è saliti per il sentiero attrezzato Highway e finito il tratto attrezzato si può procedere per raggiungere la cima del To de la Trappola a 2401 metri s.l.m. Volendo dalla fine del tratto attrezzato si può ridiscendere ai laghetti del Bombasel ma consigli di prendere questa variante per questa cima. Da qui infine si scende direttamente al rifugio Lo Chalet per poi rientrare al Paion del Cermis e ridiscendere a valle.


SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:

POTREBBE INTERESSARTI:

FOTO:
Il rifugio lo Chalet.

il lago di Bombasel.

I laghi di Bombasel.

Tratto iniziale della ferrata.

Passaggio della ferrata del Cermis.

Passaggio della ferrata del Cermis.

Passaggio della ferrata del Cermis.

Il castello di Bombasel dal Toi de la Trapola.


Commenti

Post più popolari