Monte Pasubio: 2 escursione da non perdere

 Monte Pasubio: 2 escursione da non perdere

Il monte Pasubio, gruppo montuoso delle Piccole Dolomiti, è stato teatro della Grande guerra e questo ha comportato la creazione di molti sentieri e mulattiere che permettono di fare molte escursioni e trekking, soprattutto a tema storico.



Il monte Pasubio, situato in provincia di Vicenza, è un gruppo montuoso delle Piccole Dolomiti dove la vetta più alta è il monte Palon con 2232 mt, subito dietro al rifugio Papa. Teatro della Grande guerra, si possono fare moltissime escursioni trekking a tema storico, anche perché proprio in questa zona si sono dovuti costruire moltissimi sentieri, mulattiere e strade proprio a causa del conflitto. 

Il monte Pasubio fu un caposaldo fondamentale per l'esercito italiano. Proprio in questa zona, alle Porte del Pasubio, la Brigata Liguria fu in grado di fermare una parte dell'avanzata di primavera dell'esercito austroungarico, meglio conosciuta come Strafexpedition. Aggrappati alla roccia, i soldati del generale Achille Papa si insidiarono in queste montagne difendendole con eroico coraggio. Lo scopo degli austriaci era quello di avanzare verso Vicenza in modo da accerchiare il grosso dell'esercito italiano disposto in Friuli sull'Isonzo, senza però riuscirci grazie al valore ed al sacrificio di molti soldati.

Vediamo qui sotto le due principali escursioni da fare sul Pasubio:


1) Strada delle 52 gallerie del Monte Pasubio

Probabilmente il sentiero più conosciuto delle Piccole Dolomiti. Un'escursione storica incredibile che porta al rifugio Papa sul Pasubio.


Correva l'anno 1917 quando i lavori per la realizzazione di questa strada iniziarono. La sua realizzazione fu definita "impresa di giganti”, che nessun'altra opera eguaglia su tutta la fronte europea, miracolo di ardimento e lavoro di incomparabile grandiosità".
Nel 1915 le truppe italiane cominciarono a occupare il monte Pasubio percorrendo la strada degli Scarrubi, una mulattiera che successivamente fu trasformata in rotabile che collega il passo Xomo con le Porte del Pasubio. Quando però diede inizio la Strafexpediton gli austriaci cominciarono ad invadere queste montagne raggiungendo la dorsale di fronte alla strada degli Scarrubi. Questa strada inizialmente fu l'unica via d'accesso su questo massiccio e portare rifornimento alle truppe italiane cominciò ad essere molto problematico, in quanto prese di mira dai cannoni austriaci. Da qui nasce la necessità di trovare un’altra via per raggiungere le Porte del Pasubio. I lavori iniziarono a marzo 1917 e finirono nel dicembre dell'anno dopo. La sua lunghezza è di 6,3 km dei quali 2,3 km distribuiti in 52 gallerie. La largezza minima era di 2,2 metri in modo da permettere il passaggio di due muli da traino, la strada fu costruita quasi per intero con lavori di mina. La pendenza media è del 12%. Le gallerie durante la guerra erano tutte illuminate elettricamente. Gli austriaci erano perfettamente informati di ogni cosa ma non si preoccuparono minimamente in quanto consideravano l'opera impossibile.


Grande Novità!  Secondo volume di "Alla scoperta delle Prealpi Venete" 30 nuove escursioni da fare nelle Prealpi Venete, tutte con traccia gpx scaricabile direttamente dalla guida

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:



2) Strada degli Eroi 

Da passo Pian delle Fugazze si sale al rifugio Papa per proseguire verso il Dente Italiano e al monte Palon.


La Strada degli Eroi è un’escursione sulle Piccole Dolomiti, sul monte Pasubio, che dal passo Pian delle Fugazze porta al rifugio Papa, per poi proseguire fino al monte Palon e al Dente Italiano e al Dente Austriaco.
La strada degli Eroi è un’escursione sul monte Pasubio abbastanza impegnativa. Il dislivello da affrontare è quasi di 1100 mt con una lunghezza totale di 17.5 km. 


 90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!

Li trovi su Amazon premendo l'immagine qui sotto!

 



Commenti

Popular Posts