Escursione al rifugio Re Alberto ai piedi delle Torri del Vajolet.

08/08/2014

Escursione al rifugio Re Alberto ai piedi delle Torri del Vajolet 


Il Gruppo del Catinaccio è sicuramente uno dei più belli delle Dolomiti, dove in ogni angolo si nasconde una perla di bellezza. Una di queste sono di sicuro le imponenti Torri del Vajolet, meta ambita per chi pratica arrampicata ma anche per l'escursionista che ama ammirare questo paesaggio.
Ai piedi di questi torrioni è situato il rifugio Re Alberto I meta di quest'escursione.
L'escursione è di media difficoltà, il dislivello totale è di circa 700 metri scarsi, e il sentiero è ben segnato e facile a parte l'ultimo tratto, che presenta alcuni tratti esposti e franosi.
Si parte dal rifugio Gardeccia raggiungibile prendendo i pulmini del servizio taxi che salgono dal parcheggio della seggiovia di Pera di Fassa ad un altezza di 1949 metri. Il rifugio Gardeccia si può raggiungere anche salendo dalla funivia che sale al Ciampedie da Vigo di Fassa o prendendo le seggiovie che salgono da Pera di Fassa solo che bisogna aggiungere all'escursione una mezz'ora\ora.
Dalla Gardeccia si prende il comodo e largo sentiero CAI 546, che con una pendenza costante porta al rifugio Vajolet ad un'altezza di 2243 metri, crocevia di molte escursioni nel Catinaccio.
Salendo al rifugio Vajolet

Il rifugio Preuss.
La valle del Vajolet

Il rifugio Vajolet.

Le imponenti pareti del Catinaccio.
Dal Rifugio Vajolet si deve prendere il sentiero CAI 542 e risalire per il ghiaione che porta al rifugio Re Alberto I ad un'altezza di 2621 metri. Il sentiero che sale è un po' esposto ed abbastanza ripido e in alcuni tratti c'è il cordino metallico per aiutarsi per la salita. Comunque la fatica viene ripagata dalle immense Torri del Vajolet, un capolavoro fatto dalla natura. Al volte al rifugio c'è anche un piccolo laghetto che però nei periodi più secchi è prosciugato.



Il Ghiaione da risalire.

Il rifugio Vajolet e Preuss dall'alto.

La Gardeccia da lontano

Tratti di salita al rifugio Re Alberto.

La valle del Vajolet.

Le Torri del Vajolet.

Il rifugio Re Alberto I.

Il rifugio Re Alberto I.

 Dal rifugio Re Alberto con soli altri 100 metri di dislivello si può raggiungere il rifugio Passo Satner.
Per il ritorno si può procedere per la stessa strada fatta all'andata.

SCHEDA TECHICA
PARTENZARifugio Gardeccia 1950 metri
ARRIVO: Rifugio Re Alberto I 2621 metri.
DISLIVELLO: 700 m scarsi
PARK: Seggiovia Pera di Fassa
GRUPPO: Catinaccio - Rosengarten
CARTOGRAFIA: foglio n.006, Val di Fassa, Dolomiti Fassane - Tabacco 1:25.000
TEMPI:  2.5-3 ore per raggiungere il rifugio
Guarda anche tutte le altre escursioni.

   



Commenti

Post più popolari