Sentiero delle Due Rocche: Dalla rocca di Asolo alla rocca di Cornuda.


Sentiero delle Due Rocche: Dalla rocca di Asolo alla rocca di Cornuda.



SCHEDA TECNICA:
Partenza: Asolo
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 500 metri
Quota massima: Cima del Colle di San Giorgio 461 metri
Tempi: 3 ora per l’andata e 3 ore per il ritorno  
Segnaletica: media, a tratti scarsa
Difficoltà: media, da non sottovalutare la lunghezza
Punti d’appoggio: nessuno
Gruppo: Colli Asolani, Prealpi Trevigiane
Cartografia: Colli Asolani, Monte Grappa, Monte Tomba - 1:30.000 - Danilo Zanetti Editore.
Periodo consigliato: tutte le stagioni

INTRODUZIONE:

Un buon trekking da fare tutto l’anno anche per mantenersi in allenamento è sicuramente il cammino delle due Rocche: dalla rocca di Asolo alla rocca di Cornuda. Siamo precisamente sui colli Asolani e con questo trek gli si attraversa completamente da ovest a est. Anche si siamo a quote d’altitudine relativamente basse quest’itinerario non è affatto da sottovalutare in quanto presente vari saliscendi, conferendo all’escursioni circa 500 metri di dislivello, e una lunghezza abbastanza lunga, circa 25 km tra andata e ritorno.
Quest’escursione è anche di carattere storico in quanto in questi colli si sono svolte alcune vicende della prima guerra Mondiale. Infine a carattere naturalistico, c’è da ricordare che durante il periodo della migrazione i colli Asolani vedono di passaggio molte specie di uccelli.
La Rocca di Asolo o Rocca Braida è una fortezza, situata sulla cima al Monte Ricco, che sovrasta l'omonimo borgo. La tradizione vuole che un originario complesso difensivo sorgesse qui fin dall'epoca preromana.
La data di costruzione della attuale Rocca è stata posta tra la fine del XII secolo e l'inizio del XIII secolo.
Inizialmente possesso del Vescovo di Treviso, la Rocca passò quindi, seguendo le sorti della Marca trevigiana, ai da Romano, al comune di Treviso, alla Serenissima, che nel 1339 costituì ad Asolo una Podesteria, ai Carraresi ed infine, nel 1388, definitivamente alla Repubblica di Venezia.
La Rocca venne coinvolta nel suo ultimo episodio bellico nel 1510. Persa gradualmente l'importanza strategica, la struttura venne adibita a svariati usi diventando anche lazzaretto durante le continue pestilenze del cinquecento. Messa in disarmo nel 1650, Venezia tentò perfino di venderla a privati.
L'ultimo restauro risale al 1994.
Il santuario della Madonna della Rocca si trova a nord-ovest del centro di Cornuda, in provincia di Treviso. Sorge su una collina a 349 m d'altitudine, su un punto particolarmente panoramico.
La gestione del santuario è affidata alle missionarie dell'Immacolata, officiate da un rettore.
Sul luogo dove oggi sorge il santuario anticamente si trovava un fortilizio (da cui l'appellativo).



L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per quest’escursione si può partire da Asolo o da Cornuda. Se si parte da Asolo, dal centro si seguono le indicazioni per la millenaria Rocca e finita la scalinata, subito prima di raggiungerla si svolta a sinistra prendendo la carreggiata. La segnaletica è abbastanza scarsa e bisogna procedere un po’ ad intuito. Ogni tanto su qualche albero è segnato il segnavia 2R che sta indicare il sentiero delle due Rocche. Dopo aver superato il bosco di Asolo una tappa obbligatoria è il colle di San Giorgio dove si gode di una bellissima vista sulla pianura. Dal boschetto di Asolo inoltre si gode di una bellissima veduta sul massiccio del Monte Grappa. Si procede sempre in direzione est fino a raggiungere Forcella Mostaccin, metà ambita per i ciclisti. Da qui le indicazioni sono migliori e si prosegue verso Cornuda. Forcella Mostaccin è a circa metà sentiero. Si continua per il bosco e dopo diversi saliscendi e diversi chilometri si raggiunge il santuario della Madonna delle Rocche, la “rocca di Cornuda”. Per il ritorno si procede per la stessa strada percorsa all’andata. Da non sottovalutare la lunghezza del percorso tra andata e ritorno.
Quest’itinerario è spesso percorso anche da mountain bike e in questa disciplina richiede dei passaggi non banali.

Se cerchi qualcosa di più facile sui colli Asolani puo vedere la salita del Colle di San Giorgio premendo qui--> SALITA AL COLLE DI SAN GIORGIO

Ricordati di seguire la pagina facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime escursioni premendo qui:--> volpi del vajolet


FOTO:

Torri Asolane

La rocca di Asolo

Il Monte Grappa visto lungo il sentiero.

Torre si Santa Giustina.

Lungo il sentiero.

Lungo il sentiero.

Ulivo lungo il sentiero.

Il colle di San Giorgio.

Il tempio del Canova visto lungo il percorso.

l'abitato di Possagno.
 Ricordati di seguire la pagina facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime escursioni premendo qui:--> volpi del vajolet



Lungo il sentiero.

Lungo il sentiero.

La madonna della rocca.

il santuario della Madonna della Rocca.

Il santuario della Madonna della rocca.

Panorama dalla rocca di Cornuda.

Dalla Forcella Mostaccin.

Dalla Forcella Mostaccin.
Ricordati di seguire la pagina facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime escursioni premendo qui:--> volpi del vajolet



PANORAMICHE:

Panoramica sul Monte Grappa.

Panoramica dalla rocca di Cornuda.
Ricordati di seguire la pagina facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime escursioni premendo qui:--> volpi del vajolet



Commenti

Post più popolari