Rifugio Pradidali: come arrivare

 Rifugio Pradidali: come arrivare.

Se ti stai chiedendo come arrivare al rifugio Pradidali, in questo post sono descritti i sentieri che portano a questo luogo incantevole tra le Dolomiti delle Pale di San Martino.


Il rifugio Pradidali è una delle mete più ambite nelle Dolomiti delle Pale di San Martino. Le varie escursioni che portano ad esso sono tra le più belle camminate che si possono fare in montagna in Trentino. Ci sono vari modi pe raggiungere questo rifugio alpino tra i più belli delle Dolomiti, delle vie più facili e alcune più impegnative. Vediamo qui sotto come arrivare al rifugio Pradidali.

Rifugio Pradidali dalla val Canali, in Primiero.



Per quest’itinerario si parte dalla val Canali raggiungibile da Fiera di Primiero in Trentino. L’escursione è bella tosta, il dislivello totale è di 1100 metri. E’ situato in una splendida posizioni, ai piedi di torri e campanili famose nel mondo dell’alpinismo dolomitico e al cospetto della cattedrale di cima Canali, un vero spettacolo della natura. Il rifugio è famoso anche per chi ama l’arrampicata, infatti qui ci sono innumerevoli vie che sono state scalate e aperte da famosi climber, tra cui il famoso “Manolo” che qui stabilì il suo campo base nei primi anni della sua carriera. 


È online e disponibile "Alla scoperta dei rifugi delle Pale di San Martino"! Guida escursionistica che ti porta a conoscere i rifugi delle Pale, le principali escursioni da fare e i luoghi più belli da vedere nel gruppo più vasto delle Dolomiti. Perfetta sia per chi soggiorna un periodo in questa zona, sia per chi vuole iniziare a conoscere questi luoghi con escursioni sia facili sia impegnative. Acquistabile qui su Amazon: 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

Rifugio Pradidali dal rifugio Rosetta, san Martino di Castrozza.


Una delle più belle escursioni che si possono fare a San Martino di Castrozza è sicuramente l’anello della Pala di San Martino, itinerario che dalla stazione a monte delle funivie Rosetta porta al rifugio Pedrotti e al rifugio Pradidali, passando per il passo Pradidali Basso e rientrando a San Martino per il passo di Ball e la Val di Roda. La difficoltà dell’escursione è medio difficile per due motivi principalmente. Il primo è per il notevole dislivello negativo dovuto al rientro a San Martino, non adatto a chi soffre particolarmente le lunghe discese. Il secondo motivo per cui quest’itinerario ad anello è medio difficile è per via del tratto attrezzato dopo il passo di Ball. I punti attrezzati per la precisione sono due dov’è presente un cordino metallico per assicurarsi.


È online e disponibile "Alla scoperta dei rifugi delle Pale di San Martino"! Guida escursionistica che ti porta a conoscere i rifugi delle Pale, le principali escursioni da fare e i luoghi più belli da vedere nel gruppo più vasto delle Dolomiti. Perfetta sia per chi soggiorna un periodo in questa zona, sia per chi vuole iniziare a conoscere questi luoghi con escursioni sia facili sia impegnative. Acquistabile qui su Amazon: 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

Commenti

Popular Posts