Baita Col Mont e rifugio Cacciatori: escursione da Feder

 Baita Col Mont e rifugio Cacciatori: escursione da Fedér

Escursione ad anello tra le Dolomiti di Falcade che porta alla Baita Col Mont e al rifugio Baita dei Cacciatori. Ai piedi delle cime d'Auta splendido panorama sulle Pale di San Martino e Civetta.

Partenza: Fedér 1250 mt
Tipologia: anello
Dislivello: 750 D+
Lunghezza: 8.5 km  
Quota massima: Baita Col Mont 1954 mt
Tempi: 3.5 h
Segnaletica: buona, tranne al paese di Fedér che manca
Difficoltà: medio difficile
Punti d’appoggio: Baita Col Mont 1954 mt e rifugio Baita dei Cacciatori 1745
Cime percorse: nessuna
Segnavia: 687 – 697 – 689   
Gruppo: Cime d’Auta, Marmolada
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 15, Marmolada, Pelmo, Civetta, Moazza
Periodo consigliato: tarda primavera, estate e autunno
Adatto ai cani: si (tratti esposti e molto scivolosi da fare attenzione)
Presenza d’acqua: si, fontanella in entrambe le baite
Cosa vedere: panorami sulle Dolomiti di Falcade


INTRODUZIONE:
 

L’escursione alla Baita Col Mont e al rifugio Baita dei Cacciatori è un bellissimo trekking da fare sulle Dolomiti di Falcade, più precisamente ai piedi delle Cime d’Auta, gruppo Marmolada.


L’escursione sarebbe un itinerario di media difficoltà, ma la traversata dalla Baita Col Mont al rifugio Cacciatore presente dei tratti un po’ esposti e soprattutto molto scivolosi da portare la difficoltà a medio difficile. In questo tratto il fondo del sentiero è formato da una fanghiglia che se ha piovuto da poco bisogna fare particolare attenzione. È fattibile anche con il cane anche se bisogna fare molta attenzione ed essere abbastanza abituati a percorsi in montagna accompagnati. In generale comunque è veramente una bella escursione. Poco frequentata e con un balcone bellissimo su tutta la valle del Biois e le Dolomiti che la circondano. Oltre alle cime d’Auta, alle spalle dei rifugi, si ha una vista lodevole sul Civetta e sulle Pale di San Martino, con una nota di riguardo su Mulaz, Pale del Focobon e tutto l’altopiano delle Pale. In lontanza si vede anche il Col Margherita e Forca Rossa. I rifugi che si visitano durante questa gita sulle Dolomiti sono davvero caratteristici. La Baita Col Mont è un bivacco alpino situato in uno splendido pianoro erboso, molto rustico e confortevole. A differenza del rifugio Baita dei Cacciatori, restaurato veramente bene, è un perfetto punto di ristoro per gli escursionisti. Tutto l’itinerario è abbastanza segnato bene, tranne il tratto iniziale in paese che manca un’indicazione.

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO ALLA BAITA COL MONT E RIFUGIO CACCIATORI:


Per fare l’escursione alla Baita Col Mont e al rifugio Cacciatori si parte dal piccolo paese di Fedér a 1250 mt. Se si arriva da Agordo, si prosegue fino a Cencenighe e si devia per Falcade. Superato Canale d’Agordo e prima di raggiungere Falcade si devia per Claviola e percorrendo tutto la vallata interna (via cime d’Auta) si giunge al piccolo paese dov’è presente una piccola piazzetta dove lasciar l’auto. Volendo sono presenti ulteriori parcheggi sia prima che dopo. Lasciata l’auto alla piazzetta principale si torna indietro leggermente e si svolta nella stradina asfaltata a nord appena entrati in paese. Da qui si superano alcune antichi tabià restaurati e finita la strada si percorre un sentiero a lato dell’ultima casa che si inoltra per un verde prato, sentiero 687. Fin quasi da subito ci si inoltra nel fitto bosco e ci si immette in un sentiero dove sono presente le prime indicazioni per “Col Mont”. Da qui il sentiero, che ricorda una mulattiera, si sviluppa con una pendenza ripida e costante in mezzo al bosco per sbucare all’improvviso alla Baita Col Mont dopo circa 1.5 ore di cammino. Qui si giunge anche al punto più alto dell’escursione a 1954 mt. Dalla Baita si procede verso nord per poi subito tagliare di netto a sinistra, sentiero 697, dove inizia il tratto esposto e scivolo. Qui facendo abbastanza attenzione si superano alcuni tratti fangosi e si gaudano alcuni torrentelli che scendono dalla montagna. In uno di essi è presente anche un abete schiantato a terra da superare con attenzione. Dopo 40 minuti circa in leggera discesa si giunge al rifugio Baita dei Cacciatori a 1745 mt. Dal rifugio Baita dei Cacciatori si scende seguendo le indicazioni per Colmean, sentiero 689, e per larga carrareccia si raggiunge questa località. Ormai l’escursione è terminata e per strada asfaltata si torna al punto di partenza al paese di Fedér. 

Scopri le Dolomiti con le guide "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti" con possibilità di inserire il timbro del rifugio!!!  Volume 1 e 2

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:


  

 VARIANTI:


Questa zona è molto ricca di sentieri ed escursioni da fare. Da Fedér e Baita Col Mont è possibile salire a forcella dei Negher e al laghetto dei Negher dov’è facile imbattersi in stambecchi al pascolo. Inoltre, da forcella dei Negher è possibile salire alle cime d’Auta. Da considerare, comunque, che è un itinerario davvero impegnativo.

Se si vuole invece fare un’escursione più facile e meno esposta è possibile salire solamente al rifugio Baita dei Cacciatori. Per fare ciò consiglio di partire direttamente dalla località Colmean, dov’è presente un parcheggio.

POTREBBE INTERESSARTI:

FOTO:

traccia GPS 3D.

Traccia GPS, i colori indicano l'altimetria.

Profilo altimetrico.

La Baita Col Mont.

vista sulle cime d'Auta da Feder.

il sentiero a fianco della casa.

si sale, sentiero 687

ci si inoltra nel bosco.

prime indicazioni.

Tieni traccia di tutti i tuoi itinerari con il nuovo "Passaporto dell'escursionista" by Volpi del Vajolet. Un vero e proprio diario con lo spazio dove poter annotare tutti i dati dell'escursione come dislivello, difficoltà lunghezza, data ecc... e lo spazio per i vari timbri dei rifugi creando un personale libro di escursionismo. Lo trovi QUI su Amazon:



salita costante.

indicazioni.

Il Mulaz.

Baita Col Mont.

Baita Col Mont.

Seguimi su www.instagram.com/luca_matt per non perderti le mie ultime escursioni.

Il Civetta.

altre indicazioni.

tratto esposto.

Le Pale del Focobon e il Mulaz.

L'altopiano delle Pale.

Seguimi su www.instagram.com/luca_matt per non perderti le mie ultime escursioni.


schianto da superare.

schianto da superare.

un po' esposto.

ruscello da guadare.

indicazioni al rifugio Baita dei Cacciatori.

rifugio Baita dei Cacciatori.

rifugio Baita dei Cacciatori.

rifugio Baita dei Cacciatori.

fontanella al rifugio.

rifugio Baita dei Cacciatori.

rifugio Baita dei Cacciatori.

il sentiero che scende a Colmean.

ampia carrareccia finale.

PIANIFICA LE TUE ESCURSIONI IN MONTAGNE CON LE GUIDE VOLPI DEL VAJOLET, QUI TUTTI I LINK PER ACQUISTARLE SU AMAZON:

       

Commenti

Popular Posts