Facile ferrata Colodri ad Arco

Facile ferrata Colodri ad Arco sull'Alto Garda.


SCHEDA TECNICA:
Partenza: Arco
Tipologia: escursione ad anello
Dislivello: 300 m
Tempi: 2 ore
Segnaletica: buona
Difficoltà: facile – richiede kit da Ferrata
Punti d’appoggio: nessuno
Gruppo: Alto Garda, Trentino
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 61, Alto Garda e Ledro
Periodo consigliato: tutto l’anno

E' uscito "Alla scoperta ai rifugi delle Dolomiti" stupenda guida targata Volpi del Vajolet per scoprire i rifugi più belli delle Dolomiti con la possibilità di inserire il timbro del rifugio!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:


.
INTRODUZIONE:

La ferrata Colodri è considerata una delle ferrate ideali per iniziare a fare ferrate data la relativa facilità di percorrenza. E’ un sentiero attrezzato, più che una ferrata vera e propria ma regala comunque grandi soddisfazioni date anche dal contesto in cui si trova fornendo panorami fantastici sul lago di Garda. La ferrata può essere percorsa anche da bambini purché adeguatamente attrezzati e preparati. Questa via la si può percorrere tranquillamente in una mattina o un pomeriggio, consiglio di evitare di farla in luglio – agosto per il caldo dato che è esposta al sole e che ci si trova in altitudini relativamente basse. Dalla cima del monte dei Colodri il panorama è davvero bello e si riesce ad ammirare tutto l’alto Garda e la valle del Sarca.

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Arrivati ad Arco, paese simbolo dell’arrampicata, si oltrepassa il ponte sul Sarca e costeggiando il promontorio della rocca di Arco si arriva al parcheggio delle piscine comunali dove si può lasciare la macchina. L’attacco è subito di fronte, prima di trovare il cavo però bisogna salire lungo il sentiero per alcuni minuti. Raggiunto il cavo metallico ci si può imbragare e si può iniziare la ferrata. La prima parte di questo percorso si sviluppa per dei tratti a zig-zag che salgono leggermente fino a trovare un tratto pianeggiante e molto panoramico. Superato questo tratto è presente un breve tratto verticale che lo si supera però senza particolari difficoltà. Si prosegue sempre lungo il sentiero attrezzato fino a trovare l’ultimo tratto, forse più interessante: una scala fatta da staffe verticali, pioli e fune che comunque si riesce a superare senza difficoltà. Superata anche questa ci sono ancora pochi metri di fune per poi raggiungere la fine di questa ferrata e poco più su si trova anche la croce del monte dei Colodri a 400 metri circa dove il panorama è superlativo sulla valle del Sarca e sull’Alto Garda. Per la discesa si percorre un sentiero che scende sul lato opposto a quello in cui si è saliti fino a raggiungere il santuario di Santa Maria di Laghel per poi scendere ad Arco per strada asfaltata.




SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:
FOTO:
La salita della Ferrata.

Il panorama su Arco.

La ferrata Colodri

Lungo il sentiero della ferrata Colodri.

lungo la salita

Panorama sulla valle del Sarca.

scala finale.

la ferrata e in fondo si vedono le piscine comunali di Arco.

La croce del monte dei Colodri.

Verso il lago di Garda.

Cartelli per il rientro.

La strada che rientra ad Arco.

Commenti

Post più popolari