Escursione al rifugio Graffer dal monte Spinale

Escursione al rifugio Graffer dal monte Spinale


SCHEDA TECNICA:
Partenza: Chalet Fiat, arrivo cabinovia Spinale 2099 metri
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 300 metri
Quota massima: Rifugio Graffer 2261 metri
Tempi: 2 ore per raggiungere il rifugio
Segnaletica: ottima
Difficoltà: facile
Punti d’appoggio: Rifugio Chalet Fiat, rifugio Graffer.
Gruppo: Dolomiti di Brenta
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 53, Dolomiti di Brenta
Periodo consigliato: tutto l’anno
E' uscito "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti" stupenda guida targata Volpi del Vajolet per scoprire i rifugi più belli delle Dolomiti con la possibilità di inserire il timbro del rifugio!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:


.
INTRODUZIONE:

Se si sta passando una vacanza a Madonna di Campiglio e si vuole fare un escursione leggera, non molto faticosa, godendosi la natura e i verdi prati d’alta quota, sicuramente la salita al rifugio Graffer partendo dal monte Spinale può fare al caso vostro. L’escursione infatti è facile, il dislivello tra andata e ritorno è di soli 300 metri dal momento che si sale già in quota con la cabinovia del monte Spinale a Madonna di Campiglio. Durante l’itinerario si può ammirare anche un laghetto alpino d’alta quota, il lago Spinale, dove si riflettono le Dolomiti di Brenta. La meta finale di quest’escursione è il rifugio Graffer, splendido rifugio sul pian del Grostè, da dove si può ammirare un bellissimo panorama sulle Dolomiti di Brenta e sul gruppo Adamello-Presanella. Il rifugio fù intitolato a Giorgio Graffer, uno degli arrampicatori più valenti della storia dell’alpinismo.



L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per quest’escursione si parte dal paese di Madonna di Campiglio prendendo la cabinovia Spinale che porta velocemente in quota a 2099 metri s.l.m. in cima al monte Spinale dov’è ubicato anche lo Chalet Fiat. Da qui si procede per il sentiero 331 che scende leggermente di quota fino a raggiungere la prima tappa di quest’escursione il lago Spinale.
Dal lago il sentiero comincia a risalire passando per ampi prati verdi d’alta quota fino ad arrivare a un bivio con il sentiero 382 che portano entrambi al rifugio Giorgio Graffer. Il rifugio fin da subito è visibile in lontananza e dopo circa due orette lo si raggiunge arrivando ad una quota di 2261 metri s.l.m. Per il ritorno si può procedere per la stessa strada effettuata all’andata.



VARIANTI:
Se si vuole aumentare il dislivello dell’escursione si può salire fino al rifugio Stoppani al Grostè a 2436 metri s.l.m.



POTREBBE INTERESSARTI:

SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:
FOTO:
Il rifugio Graffer.

Lo Chalet Fiat.

Il sentiero del Monte Spinale.

Il lago Spinale.



Le dolomiti di Brenta.

lungo il sentiero.

Il rifugio Graffer e l'arrivo della funivia Grostè.

Il rifugio Giorgio Graffer.

Mucche al pascolo lungo il sentiero.


Commenti

  1. Bellissima escursione fatta a luglio, con la famiglia saliti al Graffer dallo Spinale.consigliatissimo per le famiglie con bambini.saluti.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari