Escursione al rifugio Città di Carpi da Misurina

Escursione al rifugio Città di Carpi da Misurina


SCHEDA TECNICA:
Partenza: Stazione a valle col de Varda - Misurina 1753 metri
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 500 metri
Quota massima: Rifugio città di Carpi 2110 metri
Tempi: 2 ore per raggiungere il rifugio
Segnaletica: ottima
Difficoltà: medio-facile
Punti d’appoggio: Rifugio città di Carpi
Gruppo: Cadini di Misurina
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 17, Dolomiti di Auronzo e del Comelico
Periodo consigliato: tutto l’anno.




INTRODUZIONE:

Se state cercando un escursione relativamente facile ma dall’alto contenuto paesaggistico, salire al rifugio Città di Carpi da Misurina è sicuramente una valida opzione. Il panorama che offre questo itinerario è davvero sbalorditivo. Partendo da Misurina, fin da subito, si possono ammirare uno dei simboli delle Dolomiti: Le tre Cime di Lavaredo che si specchiano nel lago di Misurina. Un’altro gruppo Dolomitico che si può ammirare fin da subito è il Cristallo. Inoltre, dopo la salita iniziale, si apre uno strabiliante panorama su tutto il gruppo del Sorapis che sembra quasi di toccarlo. L’escursione che sale al rifugio Città di Carpi è abbastanza semplice per via del ridotto dislivello, che può essere ulteriormente diminuito, quasi azzerandolo, se si sale al rifugio Col de Varda con la seggiovia. Il rifugio di norma è aperto tutto l’anno, (verificare sempre l’apertura) e questo permette anche d’inverno di poter ammirare tutte le Dolomiti nel bellissimo contesto innevato (vedi foto sotto). Arrivati al rifugio si arriva praticamente dietro ai Cadini di Misurina e d’estate il rifugio Città di Carpi può che non essere tappa per ulteriori escursioni in queste splendide montagne.



L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per quest’escursione si parte dalla stazione a valle della seggiovia Col de Varda, che si trova subito prima del lago di Misurina ad un altezza di 1753 metri s.l.m. Dalla funivia è molto difficile sbagliare, si sale per l’evidente sentiero che si inoltra nel bosco con segnavia 120. La prima ora di sentiero sale abbastanza ripida nel bosco per raggiungere subito quota, si arriva infatti a toccare già i 2100 metri s.l.m. Raggiunta quest’altitudine il panorama si apre sul Sorapis e il sentiero si fa in leggera discesa fino a ridiscendere a circa 2000 metri s.l.m. L’ultima mezz’ora si risale di nuovo di 100 metri di dislivello per raggiungere il rifugio Città di Carpi 2110 situato in un punto strategico a 2110 metri s.l.m. Per il ritorno si prosegue per la stessa strada effettuata all’andata. Da considerare che al ritorno c’è un leggero saliscendi in quanto si riscende a 2000 metri per poi risalire a 2100 e infine per affrontare la discesa finale.


POTREBBE INTERESSARTI:



SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:
VIDEO:




FOTO:
Il lago di Misurina con le tre cime di Lavaredo a destra.

Il Cristallo a destra.

Il gruppo del Sorapis

Il rifugio Città di Carpi

Il rifugio Città di Carpi con la neve.

i cadini di Misurina.


Commenti

Post più popolari