Ferrata Sass Brusai sul monte Grappa

Ferrata Sass Brusai sul monte Grappa


SCHEDA TECNICA:

Partenza: San Liberale, Paderno del Grappa 600 metri
Tipologia: escursione ad anello
Dislivello: 900 metri
Quota massima: Monte Boccaor 1531 metri
Tempi: 3 ore per raggiungere la cima, di cui la ferrata 1.5 ore
Segnaletica: ottima
Difficoltà: difficile – richiede set da ferrata
Punti d’appoggio: nessuno
Gruppo: Massiccio del Monte Grappa
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 51, Monte Grappa – Bassano - Feltre
Periodo consigliato: primavera autunno

E' uscito "Alla scoperta ai rifugi delle Dolomiti" stupenda guida targata Volpi del Vajolet per scoprire i rifugi più belli delle Dolomiti con la possibilità di inserire il timbro del rifugio!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:


.


INTRODUZIONE:

Una ferrata davvero entusiasmante che può regalare forti emozioni è la ferrata Sass Brusai sul monte Grappa. La ferrata non è per niente scontata, presenta alcuni tratti anche difficili e nel punto finale c’è un facile e divertente ponte tibetano a passerella da fare.
Il panorama che si ammira lungo tutto il tracciato è davvero lodevole sia sulla vallata san Liberale che su tutta la pianura. Inoltre, le molteplici testimonianze lasciate durante il grande conflitto della Prima Guerra Mondiale rendono quest’itinerario interessante su tutti i punti, anche quelli dal punto di vista storico.
Per questa ferrata ci sono due considerazioni da prestare attenzione, la prima è che è tutta esposta a sud e al sole, quindi vista le basse quote è meglio evitare di farla in piena estate e durante le ore centrali in quanto fa davvero caldo. La seconda considerazione da fare è che per raggiungere l’attacco della ferrata ci vogliono un’ora e mezza circa e si arriva a cominciare a fare la ferrata avendo consumato un bel po’ di energie.

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per questa ferrata bisogna raggiungere la valle di San Liberale raggiungibile da Fietta sotto il comune di Paderno del Grappa. Da Fietta si percorre la strada con direzione valle San Liberale fino la sua fine raggiungendo un ampio parcheggio a 600 metri d’altitudine.
Dopo aver parcheggiato l’auto ci si incammina seguendo le evidenti indicazioni per cima Grappa fino a raggiungere un primo bivio: bisogna proseguire a destra seguendo le indicazioni per il sentiero CAI 153. Seguire sempre il percorso fino a trovare la deviazione per il sentiero ferrato per esperti denominato “Sass Brusai”. Si continua a salire per ripido sentiero per un ora e mezza circa fino a raggiungere un’altitudine di 1200 metri dove inizia la ferrata vera e propria. La parte iniziale di questa ferrata è subito impegnativa e a termine di questo primo tratto si è subito in grado di valutare se si riesce oppure no ad affrontare questo percorso. Fatto questo tratto seguono diverse creste facili e divertenti fino ad arrivare a un secondo tratto impegnativo, esposto ed aereo ma molto attrezzato.
Questo secondo tratto porta subito ad un terzo tratto impegnativo, una placca quasi verticale dove mette alla prova la forza delle braccia. Superato questo si prosegue per tratti erbosi e alcuni punti non attrezzati ma che si superano senza grandi difficolta fino ad arrivare al punto forte di questa ferrata: il ponte tibetano teso fra un torrione da salire e una parete, davvero entusiasmante. Superato anche questo si presenta un altro tratto difficile, una spaccatura che per superarla è consigliato tenere il cavo sopra la testa. Si arriva cosi alla fine del percorso dove è presente una placca molto difficile da superare che però è evitabile.
Una volta arrivati in cima al Boccaor si procede a destra seguendo il sentiero che si innesta nel 152 o sentiero delle Meatte per poi ridiscendere a valle san Liberale per il sentiero 153.


VARIANTI:

Volendo per tornare a valle San Liberale si può prendere anche il sentiero 151.
Una volta arrivati in cima al Boccaor si può proseguire verso cima Grappa aggiungendo 45 minuti si escursione.
Alternativamente se non si vuole raggiungere cima Grappa si può sempre raggiungere la caratteristica e panoramica cima delle Mandria.

POTREBBE INTERESSARTI:

SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:



Commenti

Post più popolari