Escursione a Cima Grappa da Baita Camol, Campocroce, per il sentiero 100


Escursione a Cima Grappa da Baita Camol, Campocroce, per il sentiero 100.


SCHEDA TECNICA:

Partenza: Baita Camol 1210 metri
Tipologia: andata e ritorno
Dislivello: 600 metri
Quota massima: Cima Grappa 1775 metri
Tempi: 2 ore per raggiungere la cima
Segnaletica: buona
Difficoltà: medio facile
Punti d’appoggio: rifugio Bassano
Gruppo: Massiccio del Monte Grappa
Periodo consigliato: primavera inverno autunno
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 51, Monte Grappa – Bassano - Feltre

    

INTRODUZIONE:
Raggiungere la cima del Monte Grappa é sempre una grande soddisfazione, ecco quindi un modo più semplice rispetto ai vari sentieri che salgono dalla pianura come quelli da San Liberale o da Madonna del Covolo che hanno decisamente più dislivello. Quest'itinerario infatti parte già in quota, a circa 1200 metri, da Baita Camol, subito dopo Campocroce, e con un dislivello di 600 metri scarsi e due ore di cammino porta al sacrario del monte Grappa e al rifugio Bassano. Quest'escursione è molto panoramica verso la pianura in quanto percorre le creste dei vari monti del Grappa come il monte Legnarola, il Monte Palla, il monte Colombera e il monte Meda. Dalla cima poi del monte Grappa il panorama è unico, particolarmente emozionante all’alba e al tramonto. Inoltre lungo il sentiero è facile imbattersi in qualche camoscio al pascolo. Durante il percorso si intreccia varie volte la strada General Giardino che sale a cima Grappa da Semonzo. La strada General Giardino d’inverno è chiusa e la si può percorrere fino a Baita Camol dove si può parcheggiare.
Infine, come un po’ tutte le escursioni del monte Grappa, quest’itinerario ha anche una valenza storica, dato che arrivati in cima si possono visitare le gallerie e postazioni costruite durante la prima guerra mondiale, le varie trincee e il museo della Grande Guerra. Inoltre come un po’ tutti i sentieri del Grappa, anche lungo quest'itinerario si possono trovare lungo il percorso varie postazione, trincee e barricamenti risalenti alla Prima Guerra Mondiale.



L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:
Per raggiungere Baita Camol dove si può parcheggiare bisogna arrivare a Semonzo del Grappa e prendere la strada che sale in cima detta “General Giardino”. Come anticipato sopra la strada è chiusa in inverno per neve e detriti o alberi che cadono lungo la via però è aperta fino a Baita Camol dove appunto si può parcheggiare. Baita Camol si trova subito dopo la località Campocroce a 1200 metri d’altitudine circa. Lasciata la macchina si prendono le evidenti indicazioni per Cima Grappa seguendo il segnavia nr 100. Il sentiero 100 comincia a salire in maniera costante e poco ripida superando in maniera leggera le varie creste dei monti fronte pianura del Grappa il monte Legnarola, il Monte Palla, il monte Colombera. Dopo la prima ora di cammino si supera anche la croce del Monte Colombera che è a 1400 metri s.l.m. e da qui il sentiero sale in maniera molto più ripida rispetto a prima raggiungendo anche il monte Meda a 1629 metri s.l.m. Ormai manca poco e con un ultimo strappo si raggiunge prima il Sacrario di Cima Grappa a 1775 metri s.l.m. e poi si può raggiungere anche il rifugio Bassano che è aperto tutto l’anno salvo imprevisti. Per il ritorno si può fare la stessa strada dell’andata oppure si deviare per il sentiero 180 per poi ritornare lungo la strada che porta a Baita Camol.



SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:

POTREBBE INTERESSARTI:
Indicazioni per il sentiero 100 da Baita Camol.

Baita Camol.

Sentiero 100 del Grappa.

Sentiero 100 del Grappa.

Sentiero 100 del Grappa.

Casere del Grappa.

Il sentiero che interseca la Strada.

Monte Colombera.

La strada General Giardino.

Sentiero 100 del Grappa.

Sentiero 100 del Grappa.

Il rifugio Bassano.

Sacrario del Grappa.
  
Sacrario di cima Grappa.

mare di nuvole sul Grappa.

La pianura da Cima Grappa.


Commenti

Post più popolari