Escursione al monte Sulder da Cornuda nei Colli Asolani

Escursione al monte Sulder da Cornuda nei Colli Asolani


SCHEDA TECNICA:
Partenza: Cornuda, nei pressi della trattoria al Cacciatore
Tipologia: escursione ad anello
Dislivello: 200 metri
Quota massima: Cima del del monte Sulder 473 metri
Tempi: 2 ore per l’anello
Segnaletica: media
Difficoltà: facile
Punti d’appoggio: nessuno
Gruppo: Colli Asolani, Prealpi Trevigiane
Cartografia: Colli Asolani, Monte Grappa, Monte Tomba - 1:30.000 - Danilo Zanetti Editore.
Periodo consigliato: tutte le stagioni

Stai cercando un itinerario nelle Prealpi Venete?' E' uscito "Alla scoperta delle prealpi Venete" stupenda guida targata Volpi del Vajolet che ti porta a scoprire ben 30 itinerari che spaziano dal lago di Garda alla diga del Vajont passando per il monte Grappa, l'altopiano di Asiago e le prealpi trevigiane.

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:


INTRODUZIONE:

Un facile trekking da fare in mezza giornata nei Colli Asolani è salire al monte Sulder da Cornuda.  La difficoltà di quest’itinerario è abbastanza facile, giusto un po’ più impegnativa di una passeggiata dovuta al primo tratto un po’ ripido, però nell’insieme i 200 metri di dislivello fanno si che quest’itinerario lo possano percorrere un po’ tutti. Il panorama che si può ammirare durante il tragitto è lodevole: nelle giornate più terse lo sguardo può non che cadere sulla pianura veneta e se ci si gira verso Cornuda si può ammirare la sua Rocca in tutto il suo splendore. Infine va ricordato che l’itinerario percorre anche sentieri fatti durante il grande conflitto e specie nella prima parte di questo breve tragitto dove si percorre la dorsale della montagna si possono notare le innumerevoli trincee di guerra scavate proprio in quel periodo, infatti sebbene nei colli Asolani non si è combattuto molto erano un punto strategico di osservazione sul Piave e sul vicino Montello dove lì si è combattuto molto.


L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per quest’escursione dal centro di Cornuda si prosegue direzione nord verso Onigo e appena superato il semaforo si può notare l’insegna che porta alla trattoria al cacciatore. La si imbocca fino a parcheggiare nei pressi della trattoria. Dal parcheggio si torna indietro a piedi fino a trovare un incrocio a quattro strade, di cui una sterrata, si prende quella sterrata. Nell’incrocio si può notare anche il cartello con segnavia nr 75. Entrati nella strada sterrata si passa sotto a una sbarra e si comincia a salire. Fatto un tratto di salita si raggiunge il bivio con il sentiero 76, entrambi i sentieri portano al monte Sulder, e consiglio di salire per il 76 in quanto, anche se più ripido percorre la dorsale del monte e si aprono alcuni scorci verso la rocca di Cornuda e si passa per alcune trincee di guerra. Percorsa tutta la dorsale del monte Sulder ci si riimette nel sentiero 75 che in un baleno porta alla cima del monte Sulder a 473 metri attraverso una serie di scalinate.
Per il ritorno si può tornare indietro fino al bivio precedente e anziché tornare per il sentiero 76 si percorre il 75, meno ripido ma più lungo che porta al punto di partenza.


SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:
E' uscito "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti" stupenda guida targata Volpi del Vajolet per scoprire i rifugi più belli delle Dolomiti con la possibilità di inserire il timbro del rifugio!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:



.


FOTO:

Incrocio dove imboccare il sentiero 75

sbarra da superare

bivio col sentiero 76

trincee di guerra

camminando lungo la dorsale del monte Sulder

La rocca di Cornuda.

trincee di guerra.

scalinata prima della cima.

dalla cima del monte Sulder nei colli Asolani.

cima del monte Sulder.

panorama su Cornuda.







Commenti

Post più popolari