Malga Cere e monte Setole: escursione in val Calamento

 Malga Cere e monte Setole: escursione in val Calamento

Malga Cere e il monte Setole è una bella e solitaria escursione in Lagorai. Si parte dalla val Calamento, tra Valsugana e passo Manghen.

Partenza: Calamento 1250 mt (lungo la strada del passo Manghen)
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 900 D+, 400D+ fino a malga Cere
Lunghezza: 11.5 km
Quota massima: Monte Setole 2206 mt
Tempi: 2.5 ore per raggiungere la cima, 1 ora per malga Cere
Segnaletica: ottima fino a malga Cere, poi assente. Presenza di tracce e sentiero
Difficoltà: media
Punti d’appoggio: Malga Cere 1713 mt   
Cime percorse: Monte Setole 2206 mt
Segnavia: 398  
Gruppo: Lagorai  
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 58, Valsugana, Tesino, Lagorai, cima d’Asta
Periodo consigliato: tutto l’anno, meteo permettendo
Adatto ai cani: si
Presenza d’acqua: si, fontanella a malga Cere
Cosa vedere: Panorama dalla cima sul Lagorai


INTRODUZIONE:

Malga Cere e monte Setole è una bella escursione da fare in Lagorai, dalla val Calamento, lungo la strada che sale a passo Manghen.

Fino a malga Cere è una passeggiata facile, una classica escursione in Valsugana, ma se si aggiunge la salita al monte Setole allora diventa un trekking più impegnativo. Fino a malga Cere sono 400 mt di dislivello, affrontabili in un’oretta abbondante di cammino. Per il monte Setole sono in totale 900 mt e due ore e mezza di salita dalla partenza. Tra andata e ritorno si percorrono in 11.5 km. Malga Cere è una classica malga trentina del Lagorai. Malga in pietra con tetto in legno che offre molti piatti sfiziosi. Spesso aperta anche in bassa stagione, è un ottimo punto ristoro per la zona. Il sentiero per raggiungerla è facile e, al limite, è presente anche una strada forestale che porta ad essa. La salita al monte Setole è invece più difficile. Il sentiero non è un sentiero CAI e non è segnato dai classici bollini o cartelli bianco rossi. Spesso il sentiero non è evidente e bisogna seguire diverse tracce battute. Comunque, una volta superata malga Cere, la cima è sempre ben visibile durante tutto il percorso, rendendo così l’orientamento abbastanza banale. Nonostante questa piccola sottigliezza e il dislivello comunque importante, il sentiero risulta facile. Nel senso che non presenta nessuna difficoltà tecnica o esposizione. In cima al monte Setole sono presenti diversi trincee della Prima guerra mondiale. Un posto di vedetta interessante vista il bel panorama che si scruta dall’alto. Dalla cima si vede infatti un 360 sui Lagorai fino a cima d’Asta, notando con facilità il monte Socede, il passo 5 croci e il rifugio Malga Conseria. Inoltre la zona non è molto frequentata, rendendo l’escursione davvero rilassante per chi cerca la tranquillità in montagna.

 90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!

Li trovi su Amazon premendo l'immagine qui sotto!

MALGA CERE E MONTE SETOLE: ESCURSIONE IN DETTAGLIO.


Per raggiungere malga Cere e salire in cima al monte Setole si parte dalla val Calamento. Più precisamente, dalla strada Valsugana, si seguono le indicazioni per il passo Manghen e dopo aver superato la deviazione per l’altopiano di Musiera, dove si trova il monte Salubio, si prosegue fino alla località Calamento, ultimo borgo prima del passo Manghen. Subito dopo l’abitato è presente un ampio spiazzo di deposito legname e non si può non notare sia la forestale, sia i cartelli con indicato malga Cere. Lasciata l’auto si prende il sentiero 398 che, costeggiando il torrente che scende a valle, comincia a salire ripido nel fitto bosco. Il sentiero intercetta più volte la strada forestale ed è possibile prendere quest’ultima se si cerca una salita più tranquilla e meno pendente. Dopo circa un’oretta di cammino si raggiunge lo spiazzo erboro dov’è ubicata malga Cere, circondata da splendidi Sorbi. Dopo una doverosa pausa si seguono le indicazioni per casera Valpiana e, sempre per strada forestale, la si raggiunge in poco tempo. Da qui il sentiero non è più segnato, però notando la cima si seguono le evidenti tracce di passaggio. Qui il sentiero si alterna a trodo roccioso a tracce erbose calpestate e, giunti al prato erboso alla base della cima, si punta la selletta di destra per poi seguire tutto il crinale del monte. Ora il sentiero si fa più ripido, il bosco inizia a diradarsi e si guadagna quota più velocemente. Nel frattempo, il sentiero continua ad alternarsi a tratti rocciosi e pendii erbosi fino a portarsi ormai alla vetta. Quasi all’ultimo si nota anche la croce di vetta che si raggiunge, infine, dopo due ore e mezza dalla partenza. Per il ritorno si procede per la stessa strada effettuata all’andata.

POTREBBE INTERESSARTI:

TRACCIA GPX:

traccia gpx escursione a malga Cere e monte Setole.

Note sulla traccia Gpx:

Casera Valpiana è una malga privata. Quando abbiamo fatto l'escursione erano presenti diversi cani liberi addetti al pascolo. Girando anche noi con cane abbiamo preferito tagliare per il prato onde evitare spiacevoli incontri e quindi la traccia può risultare diversa in quel tratto rispetto al sentiero originario. Infine, visto che stavano eseguendo lavori boschivi, per raggiungere malga Cere abbiamo dovuto percorrere per metà il sentiero del bosco e per metà la strada forestale.



FOTO:

Gps 3D dell'escursione.

Gps dell'escursione, i colori indicano l'altimetria.

profilo altimetrico.

ponte da attraversare ad inizio escursione.

dentro al bosco.

si intercetta varie volte la forestale.

fontanella a malga Cere.

malga Cere.

Malga Cere.

si vede il monte Setole.

si guadagna la selletta di destra.

verso la Valsugana e l'altopiano dei 7 comuni.

si intravede la croce di vetta.

verso cima d'Asta.

cima del monte Setole.

verso il passo 5 Croci.

alcuni resti di trincee della Grande guerra.

animali al pascolo.

casera Valpiana e malga Cere dall'alto.

 90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!

Li trovi su Amazon premendo l'immagine qui sotto!


Commenti

Popular Posts