Cornale Enego: escursione per il Sentiero della Piovega

 Cornale Enego: escursione per il Sentiero della Piovega

L'anello Cornale Enego è una bella escursione in val Brenta per il sentiero della Piovega. Trekking in Veneto tra il Grappa e Asiago.

Partenza: Birreria Cornale 200 mt, val Brenta
Tipologia: anello
Dislivello: 600 D+
Lunghezza: 8 km  
Quota massima: Enego 770 mt
Tempi: 3 ore senza le pause
Segnaletica: ottima
Difficoltà: media, abbastanza ripida la prima parte
Punti d’appoggio: alla partenza e in centro ad Enego
Cime percorse: nessuna
Segnavia: 791 – 791B (sentiero della Piovega)    
Gruppo: Altopiano dei 7 Comuni – Val Brenta
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 50, Altopiano dei Sette Comuni
Periodo consigliato: tutto l’anno, evitando i periodi troppo caldi
Adatto ai cani: si
Presenza d’acqua: no
Cosa vedere: sentiero storico e panorama ad Enego


INTRODUZIONE:

 

L’escursione Cornale – Enego, per il sentiero della Piovega, è un classico trekking in val Brenta lungo la strada Valsugana.

Questa escursione percorre un antico e storico sentiero che veniva utilizzato per salire e scendere in altopiano dalla val Brenta. Dalla tipica birreria Cornale, subito dopo Cismon del Grappa, si sale ad Enego per una ripida ma entusiasmante selciata che ricorda molto i 4444scalini della vicina Valstagna o l’anello della val Goccia - Col dei Prai a Cismon del Grappa. L’itinerario è breve (8 km) e non c’è molto dislivello (600 D+) ma l’escursione può considerarsi di media difficoltà. Il primo tratto, in particolare, è davvero ripido. Basta osservare le bellissime e strapiombanti pareti che formano la val Brenta per farsi un’idea di come sono i sentieri che salgono i versanti per Asiago o per il Grappa. Questa selciata, infatti, sale a ridosso della parete con numerosi zig-zag e, vista l’elevata presenza di fauna, è consigliato fare attenzione a qualche possibile caduta sassi, smosso da qualche animale più in alto.  Il percorso, oltre a permettere di divagarsi in questo splendido sentiero, offre un bel panorama sulla val Brenta e, una volta raggiunto l’abitato di Enego, offre anche un bellissimo scorcio sul Grappa fino al Primolano, dove dietro si scorgono le Pale di San Martino, alcuni gruppi dei Lagorai e le vette Feltrine con il monte Pavione. Un trekking piacevole per visitare Enego a piedi senza raggiungerlo in auto. Un trekking da fare in ogni stagione, ma perfetto se si cerca un’escursione in Veneto in inverno. Visto le basse altitudine è un itinerario particolarmente indicato per chi non ama la neve e cerca un ottimo trekking a bassa quota, magari con una bella birra ristoratrice a fine escursione in questa birreria tipica della zona.

 

 90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!

Li trovi su Amazon premendo l'immagine qui sotto!

CORNALE ENEGO: ESCURSIONE IN DETTAGLIO

 

Per fare l’escursione Cornale Enego per il sentiero della Piovega si parte dalla birreria Cornale (200 mt) lungo la val Brenta per la strada Valsugana. Se si arriva da Bassano non c’è un’uscita dedicata e per raggiungerla, dopo Cismon del Grappa, bisogna proseguire fino all’uscita Enego (dopo l’uscita di Feltre) e rientrare in Valsugana in direzione opposta fino a prendere l’uscita Cornale. Volendo è possibile prendere da Valstagna la strada vecchia che porta direttamente al Cornale. Parcheggiato, comunque, subito di fronte la birreria, a sinistra di un capitello, si trova ben indicato l’inizio del sentiero, segnavia 791. Si inizia quindi a risalire questa ripida selciata guadagnando quota molto velocemente. Dopo diversi tornanti, in 45 minuti abbastanza sostenuti, si raggiunge la quota di 550 mt dov’è presente un bivio con il sentiero 791B. Proseguendo dritto si arriva direttamente ad Enego, a sinistra, invece, si devia per la val di Fabbro. Per fare l’anello, quindi si procede a sinistra, segnavia 791B. Dopo pochi passi si esce dal bosco e, da un bel prato, si apre un bel scorcio sul Duomo di Enego. Si prosegue dunque lungo il sentiero e, continuando a salire, ci si inoltra di nuovo nel bosco per portarsi nella parte meridionale di Enego. Superata una collina si scende nella contrada val di Fabbro di Enego per poi proseguire per strada asfaltata fino al paese. Dopo una doverosa pausa, di fronte al duomo, sulla destra, si prende il sentiero 791 che scende molto ripidamente alle contrade di Fosse di sopra, Fosse di mezzo e Fosse di Sotto. Dopo quest’ultimo si giunge al bivio iniziale per infine tornare alla birreria per lo stesso sentiero dell’andata.

VARIANTI:

Quando abbiamo fatto quest’escursione, il tratto del sentiero che collega Enego a Fosse di Sopra era chiuso per manutenzione. Come risulterà sulla traccia gpx, abbiamo preso la variante subito prima del distributore di benzina lungo la strada asfaltata per Fosse di Sopra che ha tagliato il tratto chiuso.


 TRACCIA GPX:

 

FOTO:

Gps 3D dell'escursione.

Gps dell'escursione,  i colori indicano l'altimetria.

profilo altimetrico.

parcheggio birreria Cornale.

inizio sentiero, a sinistra del Capitello.

segnavia del percorso.

si inizia a salire.

ultimi colori autunnali.

la selciata.

sempre ripida.

si sale.

scorcio sulla val Brenta.

Croce lungo il tragitto.

la selciata.

bivio con il sentiero 791B

si apre su Enego.

Enego.

si procede per la val di Fabbro.

le Vette Feltrine.

Centro a Enego.

Verso Primolano.

si scende a Fosse.

sempre ben indicato.

si scende.

Verso il Cismon.

in centro, la famosa Gusela di Cismon del Grappa.

 90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!

Li trovi su Amazon premendo l'immagine qui sotto!


Commenti

Popular Posts