Cascate della val Gares, Orrido delle Comelle e Viaz del Bus

Escursione alle cascate della val Gares, all'orrido delle Comelle e "Viaz del Bus"

Dalla Val Gares si raggiungono le due Cascate delle Comelle, si procede salendo lungo l'orrido delle Comelle per poi giungere fino al Pian delle Comelle. Infine si rientra a Gares per il "Viaz del Bus" passando per Malga Valbona.



Partenza: Rifugio Capanna Cima Comelle 1333 mt. Val Gares
Tipologia: anello
Dislivello: 700 D+
Lunghezza: 8 km  
Quota massima: lungo il Viaz del Bus 1960 mt
Tempi: 3.5 h senza le soste
Segnaletica: ottima
Difficoltà: media
Punti d’appoggio: Rifugio Capanna Cima Comelle, al punto di partenza
Cime percorse: nessuna
Segnavia: 704 – 756    
Gruppo: Pale di San Martino
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 22, Pale di San Martino
Periodo consigliato: estate, attenzione al meteo
Adatto ai cani: no
Presenza d’acqua: no, se non lungo i vari torrenti

E' finalmente uscito il SECONDO volume di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti". Non fartelo scappare, scopri nuovi itinerari e rifugi da raggiungere.

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

INTRODUZIONE: 

Un’escursione davvero interessante da fare in Val Gares, vicino Falcade, è visitare le cascate delle Comelle, percorrere l’orrido delle Comelle e tornare a Gares per il Viaz del Bus. L’escursione non è di per sé difficile. Il dislivello non è molto, 700 mt D+, e la lunghezza totale è di soli 8 km, relativamente breve. La parte difficile è data dal fatto che si percorrono dei tratti un po’ esposti lungo un sentiero attrezzato dove servirebbe il kit da ferrata. Rimane comunque un sentiero attrezzato di facile progressione e non una ferrata. Un’altra cosa da tenere in considerazione è che il dislivello si sviluppa in una distanza breve e di conseguenza la salita risulta essere molto ripida. Oltre al panorama notevole sulle Pale di San Martino, su Gares e Canale d’Agordo, la cosa più sorprendente di questa escursione è che l’ambiente circostante cambia in maniera repentina. Si parte infatti nella verde e pianeggiante valle di Gares per poi percorrere un sentiero bello ripido che porta a due imponenti e spettacolari cascate: le cascate delle Comelle. Superate le due cascate l’ambiente cambia ancora, si deve oltrepassare un orrido tra i più belli delle Dolomiti. L’orrido delle Comelle. Qui si risale il torrente tra verticali pareti superando varie scalette, ponti e qualche ripido tratto su roccia fino a giungere al Pian delle Comelle dove il panorama, dalle strette pareti dell’orrido, si apre in questo splendido pianoro di origine glaciale circondato dalle vette delle Pale di San Martino che ricordano delle mura di un castello. Si percorre poi il “Viaz del Bus” un sentiero che rientra a Gares lungo una cengia esposta e passando da un piccolo foro formato da rocce cadute a cui danno il nome a questo viaz. Infine, si rientra per malga Valbona e qui il panorama cambia ancora. Si passa infatti dalla grigia Dolomia a una roccia scura e nera di origine vulcanica che riaffiora tra i verdi prati che circondano la malga e che rientrano a Gares. Davvero un’escursione caratteristica.  

 L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO: 

Raggiunto Canale d’Agordo si prosegue percorrendo tutta la val Gares fino a giungere al piccolo abitato. Da qui si svolta sulla sinistra fino a raggiungere il rifugio Capanna Cima Comelle (1333 mt) dove si può lasciare l’auto in un parcheggio davvero ampio. Da rifugio Capanna Cima Comelle si seguono le indicazioni per le cascate e dopo aver superato un ponticello e qualche tronco si arriva con facilità alla prima cascata delle Comelle, la cascata Bassa. Ammirata questa spettacolare cascata si torna leggermente indietro e si seguono le indicazioni per la cascata alta e in poco tempo, dopo aver percorso un tratto molto ripido fatto di scalinate, la si raggiunge. Da qui è possibile anche rientrare direttamente a Gares per un sentiero in mezzo al bosco. Dalla cascata alta si svolta in maniera decisa a sinistra seguendo le indicazioni per l’orrido e dopo aver fatto un lungo tornate si arriva all’imbocco della stretta gola trovando un ponte metallico che attraversa il torrente che scende dall’orrido e forma le due cascate. Si supera il ponte e qui iniziano varie scalette e tratti esposti dove bisogna un po' “arrampicare”, lasciandosi il torrente sulla sinistra, fino a sbucare sul Pian delle Comelle dopo un’ora e mezza circa dalla partenza. Da qui si percorre un tratto piano lungo la bianca ghiaia che forma il pian delle Comelle fino a trovare su un masso le indicazioni dipinte per il “Viaz del Bus” che risale in maniera decisa sulla sinistra un ripido ghiaione. Se si prosegue dritto si può arrivare fino al rifugio Pedrotti Rosetta. Arrivati all’apice del ghiaione del viaz del bus si continua lungo una cengia attrezzata ed esposta passando sotto al famoso “bus” che da il nome al sentiero. Superata la cengia il sentiero sale ancora un po’ in mezzo al bosco per poi scendere in maniera decisa fina a incrociare il sentiero 756. (altro sentiero che sale sempre al Rosetta da Gares) Da qui si seguono le indicazioni per Gares e in poco tempo si giunge anche a malga Valbona a 1780 mt. Ora si percorre l’altro versante della montagna rimando sullo stesso sentiero e si possono notare dall’alto le due cascate delle Comelle. Si prosegue sempre lungo il sentiero fino ad intercettare anche il sentiero che sale a casera Campigat e Forcella Cesurette e da qui si scende velocemente a Capanna Cima Comelle, punto di partenza di quest’itinerario.

 VARIANTI: 

Se si vuole fare un’escursione facile, giunti alla cascata alta delle Comelle è presente un sentiero che rientra a Gares senza percorrere l’orrido.

Se si vuole invece fare un itinerario più impegnativa dal Pian delle Comelle si può proseguire fino al Rosetta e poi rietrare a Gares per il sentiero 756 facendo un’escursione ad anello, molto lunga e impegnativa. Oltre i 20 km totali e 1300 D+.

POTREBBE INTERESSARTI



SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK

Acquista le guide targate Volpi del Vajolet direttamente su Amazon a questi link diretti e scopri i rifugi e le camminate più belle tra Dolomiti e Veneto, tra storia e natura!

     

FOTO: 

Gps 3d

Gps dell'escursione.

altimetria

Dal parcheggio Pian delle Comelle si vedono già le due cascate.

Segnavia lungo il sentiero.

la cascata bassa delle Comelle.

Segnavia alla cascata alta.

Cascata alta delle Comelle.

la val Gares.

Ponte metallico a inizio dell'orrido.

Ponte metallico a inizio dell'orrido.

Scaletta a inizio orrido.

l'orrido delle Comelle.

l'orrido delle Comelle.

l'orrido delle Comelle.

l'orrido delle Comelle.

l'orrido delle Comelle.

Il Pian delle Comelle.

indicazioni per il Viaz del Bus.

il ghiaione da risalire.

il ghiaione da risalire.

Cengia esposta lungo il Viaz del Bus.

Cengia esposta lungo il Viaz del Bus.

Cengia esposta lungo il Viaz del Bus.

Il Bus del Viaz del Bus

Pian delle Comelle visto dall'alto.

indicazioni lungo il sentiero.

la Val di Gares dall'alto.

Malga Valbona.

Cimon della Stia e sotto malga Stia.

Cascata alta delle Comelle vista dall'alto.

Cascata alta delle Comelle vista dall'alto.

Capanna Cima Comelle.

verso le cascate della val Gares da Capanna Cima Comelle.

verso le cascate della val Gares da Capanna Cima Comelle.

Acquista le guide targate Volpi del Vajolet direttamente su Amazon a questi link diretti e scopri i rifugi e le camminate più belle tra Dolomiti e Veneto, tra storia e natura!

     

Commenti

Post più popolari