Escursione da Possagno alle trincee e gallerie del Monte Palon

Escursione da Possagno alle trincee e gallerie del Monte Palon


SCHEDA TECNICA:
Partenza: Tempio del Canova, Possagno 335 metri
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 1000 metri
Quota massima: Monte Palon 1306 metri.
Tempi: 2,5 3 ore per raggiungere la cima
Segnaletica: ottima
Difficoltà: medio-difficile
Punti d’appoggio: nessuno
Gruppo: Massiccio del Monte Grappa
Periodo consigliato: primavera autunno
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 51, Monte Grappa – Bassano - Feltre



INTRODUZIONE:
Un escursione molto interessante dal punto di vista storica che si può intraprendere nel massiccio del Monte Grappa è salire al monte Palon, o monte Pallone, dove di recente sono state restaurate trincee, gallerie e accampamenti risalenti alla Prima Guerra Mondiale. Quest’escursione non è da sottovalutare, il dislivello è di circa 1000 metri, e si parte abbastanza in basso, dal Tempio Canoviano di Possagno. Il sentiero che sale è un ex mulattiera di guerra, un sentiero abbastanza largo che sale deciso con segnavia sempre ben indicati. Dalla cima del Monte Palon si può inoltre scrutare un bel panorama sulla pianura Padana e sui monti circostanti. La rievocazione di questo posto è stato voluto fortemente dal gruppo alpini di Possagno per ricordare e onorare chi ha combattuto, ha sofferto ed è cadute su questi monti. Il recupero è stato la riapertura di 1000 metri di trincee, 300 metri di gallerie e la sistemazione di diversi barracamenti e appostamenti. Per quanto riguarda la storia, Il Monte Palon con i suoi 1306 metri s.l.m. sovrasta il Monte Tomba, il Monfenera e domina la linea del Piave fino al Montello. In particolare la stretta di Quero, che fu zona strenuamente contesa durante la Battaglia d’Arresto nella Prima Guerra Mondiale, diede modo al Monte Palon di far valere la sua posizione strategica: venne trasformato in una vera fortezza, con postazioni d’artiglieria in caverna,
postazioni di mitragliatrici fortificate, postazioni di bombarde e di fotoelettriche, importantissimi osservatori e molto altro.
Erwin Rommel (meglio noto come la volpe del deserto nella Seconda Guerra Mondiale), era impegnato allora proprio in questo settore come tenente di un reparto della Wültenberg e tentò ripetutamente e inutilmente di prendere questa importante linea fortificata. Intere divisioni Austro-Tedesche nella Battaglia d’Arresto nel novembre-dicembre del 1917, seguendo varie direttrici, cercarono di prenderlo invano.
Durante questa escursione inoltre si può visitare il tempio di Canova di Possagno o tempio Canoviano dato che è punto iniziale dell’itinerario. Detta anche La chiesa della Santissima Trinità è una chiesa neoclassica, progettata all'inizio del XIX secolo dal celebre architetto Antonio Canova.
Infine se si vogliono visitare le gallerie ma però non si è pratici di escursioni si può salire direttamente alla cima del Monte Palon per le varie strade che salgono o da Possagno o da Alano di Piave o Pederobba.


L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:
Per quest’escursione si può lasciare la macchina al tempio Canoviano di Possagno e incamminarsi lungo la strada asfaltata che sale sulla sinistra (vedi foto sotto).Dopo circa 8 tornati e quindici minuti di cammino si trova l’evidente segnavia che indica l’attacco del sentiero. Il sentiero da seguire è il segnavia 195 con indicazioni Castel Cesil, vetta attaccata al monte Palon dove anche qui si trovano delle trincee di guerra. Il sentiero sale in maniera constante in mezzo al bosco incrociando altri sentieri secondari o strade di boscaioli ma il sentiero 195 è sempre ben segnato con i colori biancorossi e dai cartelli rendendo evidente il tracciato corretto da seguire. Dopo circa due ore di cammino si arriva alla strada asfaltata che arriva al monte Tomba che si incrocia con quella che sale da Possagno, da qui si procede a sinistra seguendo sempre i cartelli che adesso indicano anche il monte Palon. Fatto cento metri di strada asfaltata ci si riimette nel sentiero che sale nel bosco che percorrere diverse trincee del monte Castel Cesil. Da qui si corre dentro le trincee e in un’altra mezz’oretta si raggiunge la croce del monte Palon o Pallone. La zona restaurata delle trincee e gallerie risalenti la Prima Guerra Mondiale è situata nella zona a nord del monte Palon, praticamente dietro la croce (vedi video). Infine per il ritorno si procede per la stessa strada effettuata all'andata.

POTREBBE INTERESSARTI:

SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK:
VIDEO:



FOTO:


attacco sentiero 195



Il tempio di Possagno.

cartelli lungo il sentiero.

Il sentiero 195.

cartelli lungo la strada.

in cima al monte Palon.

Croce monte Palon.

statua in cima al Palon.

appostamento di guerra.

dentro le gallerie.

ingresso alle gallerie.

scendendo in una galleria.

galleria di guerra.

verso cima della Mandria.



Commenti

Post più popolari