Escursione al monte Palon dal Tomba passando per Castel Cesil

 Escursione al monte Palon dal Tomba passando per Castel Cesil



SCHEDA TECNICA:

Partenza: Trattoria da Miet 850 mt, monte Tomba.  
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 500 D+
Lunghezza: 6 km tra andata e ritorno
Quota massima: Monte Palon 1300 mt
Tempi: 3 senza pause tra andata e ritorno
Segnaletica: buona.
Difficoltà: medio facile
Punti d’appoggio: trattoria da Miet
Gruppo: Massiccio del Monte Grappa
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 51, Massiccio del Grappa, Bassano, Feltre
Periodo consigliato: tutto l’anno, meteo permettendo
Adatto ai cani: si
Presenza d’acqua: no

 Stai cercando un itinerario nelle Prealpi Venete?' E' uscito "Alla scoperta delle prealpi Venete" stupenda guida targata Volpi del Vajolet che ti porta a scoprire ben 30 itinerari che spaziano dal lago di Garda alla diga del Vajont passando per il monte Grappa, l'altopiano di Asiago e le prealpi trevigiane.


Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

INTRODUZIONE:

Le gallerie e trincee del monte Palon sono uno dei punti più interessanti, dal punto di vista storico, del territorio trevigiano. I suoi recenti restauri hanno portato alla luce la dura e cruda realtà della vita in trincee e camminando tra le loro rovine ci si può immedesimare nell‘inferno in cui si sono trovati i nostri nonni, un posto che vale sicuramente la pena essere visitato. Il monte Palon è raggiungibile in diversi modi, tra cui anche in macchina. Se lo si vuole raggiungere con bella camminata, non impegnativa come la salita da Possagno, lo si può fare salendo dal monte Tomba, più precisamente dalla trattoria da Miet, e in un’ora e mezza, con 500 mt di dislivello lo si raggiunge passando per le trincee di Castel Cesil. Il percorso è interessante soprattutto perché si percorre la cresta sommitale che collega il Tomba con le Meatte e che, durante la Prima guerra mondiale, era la linea di conflitto che gli austriaci che cercavano di superare per arrivare alla pianura. In particolare, in queste zone arrivavano gli austriaci del generale Rommel scendendo dalla valle del Piave dopo la ritirata della quarta armata del regio esercito sul Grappa che era disposta sulle Dolomiti, costretta al ripiegamento dopo la disfatta di Caporetto.

 

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO: 

Per questa escursione bisogna raggiungere la trattoria da Miet disposta su un crocevia di strade che salgono da Pederobba, da Cavaso del Tomba o da Alano di Piave e che conducono a “Pian dea Baea”. Generale chi arriva dalla pianura sale da Pederobba raggiungibile dalla Feltrina. Lasciata la macchina nei pressi della trattoria da Miet a 850 mt s.l.m. si procede per il sentiero dietro la trattoria, segnale biancorosso su un paletto. Fin da subito si vede sia la croce del monte Palon che quella di Castel Cesil, quindi di facile orientamento. Si percorre il sentiero fino a raggiungere la prima croce in legno di Castel Cesil a 1100 metri. Superata la croce si procede lungo la cresta del monte percorrendo le varie trincee situate in loco. Dopo circa una mezz’oretta dalla croce di Castel Cesil si raggiunge anche il monte Palon dove si possono visitare le innumerevoli gallerie e trincee. È consigliato l’uso di una torcia per visitare alcune gallerie di guerra. Dal monte Palon volendo con una’altra oretta scarsa fino a cima della Mandria e percorrere il sentiero delle Meatte. Per il ritorno si procede per la stessa strada effettuata all’andata.

  E' finalmente uscito il SECONDO volume di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti". Non fartelo scappare, scopri nuovi itinerari e rifugi da raggiungere.


Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:


 

FOTO:

traccia GPS

altimetria

vista verso il Palon dal Tomba.

verso la croce del Palon.

trinceramenti nel bosco.

prime gallerie di Castel Cesil.

Castel Cesil a destra, il tomba a sinistra.

trinceramenti.

postazione di un pezzo d'artigliera.

entrata in galleria.

dentro la galleria.

postazione di trincea.

postazione di trincea.

trinceramento del Palon.

Baracca ufficiali restaurata a bivacco.

Baracca ufficiali restaurata a bivacco.

trattoria da Miet.

Tutte le guide volpi del Vajolet qui: 
https://www.volpidelvajolet.it/p/shop_24.html


Tieni traccia di tutti i tuoi itinerari con il nuovo "Passaporto dell'escursionista" by Volpi del Vajolet. Un vero e proprio diario con lo spazio dove poter annotare tutti i dati dell'escursione come dislivello, difficoltà lunghezza, data ecc... e lo spazio per i vari timbri dei rifugi creando un personale libro di escursionismo. Lo trovi QUI su Amazon:


Commenti

Post più popolari