Escursione alle 5 Torri

 Escursione alle 5 Torri

Da Bain de Dones si seguono le indicazioni per le 5 torri e si raggiunge l'omonimo rifugio. Si continua fino ad arrivare al rifugio Scoiattoli. Infine si visita il museo della Grande Guerra e si fa una tappa al rifugio Averau.



Partenza: Bain de Dones 1889 mt, partenza seggiovia 5 torri vicino passo Falzarego
Tipologia: andata/ritorno
Dislivello: 400 D+ fino al Scoiattoli, 650 fino al rifugio Averau
Lunghezza: 11 km compresa la salita al rifugio Averau
Quota massima: Rifugio Averau 2413 mt.
Tempi: 4 ore per l’escursione completa
Segnaletica: ottima
Difficoltà: facile
Punti d’appoggio: Rifugio 5 Torri, rifugio Scoiattoli e rifugio Averau
Cime percorse: nessuna
Segnavia: 424, 425, 439
Gruppo: Dolomiti Ampezzane
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 03, Cortina d’Ampezzo e Dolomiti Ampezzane
Periodo consigliato: tutto l’anno, meteo e neve permettendo
Adatto ai cani: si
Presenza d’acqua: no

E' finalmente uscito il SECONDO volume di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti". Non fartelo scappare, scopri nuovi itinerari e rifugi da raggiungere.

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

INTRODUZIONE:

Le 5 torri sono sicuramente un simbolo di Cortina d’Ampezzo e le escursioni che portano ad esse, tra i vari punti di partenza, sono tra i giri più famosi e classici della zona e di tutte le Dolomiti. Non occorre aggiungere che si è tra i posti più belli delle Dolomiti Venete con panorami straordinari che spaziano tra tutte le Dolomiti. L’itinerario proposto sotto, è un modo abbastanza semplice per raggiungerle facendo anche un buon trekking. La lunghezza del percorso, se si considera la salita al rifugio Averau, è di 11 km con un dislivello di 650 mt. Se ci si ferma invece solo al rifugio Scoiattoli e alle 5 Torri il dislivello positivo è solo di 400 metri. Se si hanno energie in corpo conviene salire al rifugio Averau, dove da qui si apre una vista spettacolare verso molte cime Dolomitiche come la Marmolada e il Civetta. Dall’Averau, inoltre, con un ulteriore sforzo e 200 metri di dislivello è possibile salire al rifugio Nuvolau, uno dei rifugi più storici e belli delle Dolomiti. Lungo tutto il tragitto, comunque, si possono notare un’infinità di vette dolomitiche, prima fra tutte l’imponente Tofana di Rozes. Sono inoltre facilmente distinguibili, il Lagazuoi, la Croda da Lago, i Lastoi di Formin, il Sorapiss e l’Antelao.  Va ricordato inoltre che alle 5 Torri sono avvenuti importati vicende durante la Prima Guerra Mondiale. In loco sono state restaurate numerose trincee e baraccamenti della Grande Guerra rendendo questo posto un museo a cielo aperto. Le 5 torri erano un caposaldo dell’esercito italiano che, con il Lagazuoi e la zona del passo Falzarego, impedivano l’avanzata degli austriaci che salivano dal passo Valparola. Dopo la disfatta di Caporetto le truppe italiane furono costrette ad abbandonare questi luoghi strettamente difesi per ripiegare sul monte Grappa.

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per quest’itinerario bisogna raggiungere il parcheggio degli impianti di risalita delle 5 Torri Bain de Dones, a 1889 mt, lungo la strada che da Cortina sale a Passo Falzarego. Lasciata l’auto ci si dirige verso est, con indicazioni 5 Torri, segnavia sempre ben segnato nr 424. Si procede ora per un tratto quasi pianeggiante, incontrando il lago Bain de Dones dove si specchia il monte Averau. Si continua a salire fino a incrociare il sentiero che sale da altri parcheggi del passo Falzarego, e in quest’incrocio si prende il sentiero 425 seguendo sempre le indicazioni per le 5 Torri. Ora il sentiero inizia a salire più ripidamente in mezzo al bosco fino a sbucare alla strada asfaltata che porta al rifugio 5 Torri. Si procede ora lungo la stradina asfaltata godendosi il panorama sulla Croda da Lago e i Lastoi di Formin. Ad un’oretta dalla partenza si giunge al rifugio Cinque Torri a  2137 metri. Dal rifugio 5 Torri si seguono le indicazioni per il rifugio Scoiattoli e, tagliando a ovest, lo si raggiunge in una mezz’oretta. Dal rifugio Scoiattoli con un ulteriore mezz’oretta si raggiunge anche il rifugio Averau a 2413 metri. Da qui si torna indietro al rifugio Scoiattoli per visitare le trincee della Grande Guerra. Viste le Trincee si seguono le indicazioni per raggiungere il rifugio 5 Torri e una volta raggiunto si torna al parcheggio per la stessa strada fatta all’andata.

POTREBBE INTERESSARTI



SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK

Acquista le guide targate Volpi del Vajolet direttamente su Amazon a questi link diretti e scopri i rifugi e le camminate più belle tra Dolomiti e Veneto, tra storia e natura!

     

FOTO:

gps dell'escursione.

gps 3d dell'itinerario.

altimetria.

la tofana di Rozes.

lago Bain de Dones dove si specchia l'Averau.

lungo il sentiero.

Croda da Lago e Lastoi de Formin.

Lastoi de Formin.

le 5 Torri.

il rifugio Nuvolau.

il rifugio 5 Torri con le 5 Torri.

il rifugio 5 Torri.

Le 5 Torri.

la Tofana di Rozes.

il Lagazuoi.

il rifugio Scoiattoli con il Nuvolau.

il rifugio Nuvolau.

Sorapiss e Antelao.

le 5 Torri.


la Marmolada.

il Civetta.

aldilà dell'Averau.

il rifugio Averau.

verso Passo Falzarego.

il monte Averau.

il museo all'aperto della Grande Guerra delle 5 Torri.

il museo all'aperto della Grande Guerra delle 5 Torri.

il museo all'aperto della Grande Guerra delle 5 Torri.

il museo all'aperto della Grande Guerra delle 5 Torri.

verso passo Falzarego.

il museo all'aperto della Grande Guerra delle 5 Torri.

le 5 Torri.

il museo all'aperto della Grande Guerra delle 5 Torri.

lungo il sentiero.



verso l'Antelao.


Commenti

Post più popolari