Madonna del Cornon per il sentiero degli Scalpellini: escursione a Pove del Grappa.

 Madonna del Cornon per il sentiero degli Scalpellini: escursione a Pove del Grappa.

L'escursione ad anello alla Madonna del Cornon. Da Pove del Grappa si sale per il sentiero degli Scalpellini fino alla vecchia cava di pietra per poi proseguire verso Malga Vittoria e il Pian dei Nosellari. Si scende alla Madonna del Cornon per il sentiero 950.

Partenza: Pove del Grappa 160 mt
Tipologia: anello
Dislivello: 800 D+
Lunghezza: 9 km  
Quota massima: Pian dei Nosellari 861 mt
Tempi: 3.5 h senza le pause
Segnaletica: ottima
Difficoltà: moderatamente difficile, per la ripidità del primo tratto
Punti d’appoggio: Malga Vittoria 800 mt
Cime percorse: Monte Gusella 800 mt
Segnavia: Sentiero degli Scalpellini – 952 – 950    
Gruppo: Monte Grappa
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 51, Massiccio del Grappa, Bassano - Feltre
Periodo consigliato: Periodi invernali e autunnali viste le basse altitudini
Adatto ai cani: si
Presenza d’acqua: no
Cosa vedere: Madonna del Cornon

INTRODUZIONE:

Madonna del Cornon per il sentiero degli Scalpellini è una bella escursione ad anello da fare nel monte Grappa, nella parte vicentina, a Pove del Grappa.

L’itinerario della Madonna del Cornon a Pove è un’escursione sul monte Grappa perfetta da fare nel periodo invernale. Un itinerario privo di neve ma dal buon dislivello che permette di stare in forma. Questo trekking ad anello, infatti, è moderatamente difficile. Il sentiero è sempre privo di pericoli ma la prima ora di cammino si concentra quasi tutto il dislivello in appena 2 km. Il sentiero degli Scalpellini è un ripidissimo selciato che sale costante senza mai mollare. La lunghezza totale del percorso è di 9 km per un dislivello complessivo di 800 mt. Raggiunta l’ex cava, il sentiero permette di respirare fino a malga Vittoria per poi scendere alla Madonna del Cornon. Quest’escursione alla Madonna del Cornon presente diverse cose interessanti da vedere. Prima fra tutte è la moltitudine di ulivi presenti a Pove del Grappa. Qui, infatti, si è sulla piana degli ulivi. All’ingresso della val Brenta, Pove del Grappa è protetto dalla dorsale del Grappa creando un microclima mite che favorisce la coltivazione degli ulivi. Successivamente si passa per la cava di Costalunga, dove oggi è stata attrezzata ad area picnic. Più a nord è presente il monumento alla Scalpellino, in ricordo dei lavoratori che salivano da Pove per lavorare la pietra. Da qui si ha una fantastica veduta su Bassano del Grappa e sul ponte Vecchio. Questa camminata è una perfetta escursione a Bassano del Grappa vista la sua vicinanza. Successivamente si sale lungo la dorsale che collega il monte Gusella con il monte Nosellari dove si gode di una fantastica veduta sulla val Brenta. Infine, si passa dalla Madonna del Cornon. Un tempietto eretto dagli scalpellini dove una volta sorgeva un antico capitello. La Madonna del Cornon si trova su una selletta del monte Bastia che permette il panorama sia sulla val Brenta che sulla piana di Pove del Grappa. Davvero un bel percorso da fare sul Massiccio del Monte Grappa. 

Disponibile su Amazon la mia nuova guida "Alla scoperta dei sentieri del monte Grappa".  Ti porta a scoprire 23 itinerari sul massiccio del monte Grappa, lungo i sentieri della Grande Guerra. Con tantissime foto del Grappa, cartine che indicano il percorso, descrizioni dettagliate e un approfondimento storico, non puoi lasciarti sfuggire questa bellissima guida!

MADONNA DEL CORNON: ESCURSIONE IN DETTAGLIO.


Per fare l’escursione ad anello alla Madonna del Cornon per il sentiero degli Scalpellini si parte da Pove del Grappa, primo paese della Val Brenta lungo la strada Valsugana, a nord di Bassano e a due passi da Romano. Parcheggiato nella piazza centrale si può già notare il sacello della Madonna del Cornon nella dorsale della montagna. Messi gli scarponi, ci si dirige verso nord, risalendo via Cornon. Qui è presente un punto di partenza di diversi sentieri che salgono al massiccio. Da questo punto si prende il sentiero degli Scalpellini, un sentiero non CAI, ma molto ben segnato. Superato un primo tratto davvero affasciante tra gli ulivi, ci si inoltra nel bosco e dopo un numero considerevoli di tornanti si scala la verticalità del sentiero e guardandosi alle spalle ci si accorge quanto velocemente si guadagna quota. Dopo un’ora di cammino si sbuca sulla mulattiera che parte più in alto, lungo la strada Cadorna che sale a cima Grappa. Ora si prosegue in piano sulla sinistra costeggiando le ex cave di pietra di Costalunga fino a giungere al monumento dello Scalpellino dove si gode di un ottimo panorama. Da qui si ignorano i segnavia per la Madonna del Cornon (sentiero delle gallerie se si vuole accorciare il percorso) e si prosegue per il monte Gusella con segnavia per Camposolagna. Lo si scavalla superando la miriade di ripetitori e si raggiunge le case ed una chiesetta nei pressi di Col Cavraro. Si intercetta ora il “sentiero del cavallo” che sale da valle Santa Felicita e si prosegue fino a Malga Vittoria. Si prende ora il sentiero di fianco al cancello della malga che porta al Pian dei Nosellari, all’incrocio con il sentiero 950 a 861 mt, punto più alto dell’itinerario. Da qui si prende il 950 in discesa e, costeggiando la dorsale del monte Bastia rivolta verso val Brenta, si raggiunge la Madonna del Cornon a 420 mt circa, dopo una mezz’oretta dal Pian dei Nosellari. Infine, proseguendo sempre per il sentiero 950, si scende rapidamente a Pove del Grappa chiudendo l’escursione ad anello.

TRACCIA GPX:

traccia gpx Madonna del Cornon.


Stai cercando un itinerario nelle Prealpi Venete?' E' uscito "Alla scoperta delle prealpi Venete" stupenda guida targata Volpi del Vajolet che ti porta a scoprire ben 30 itinerari che spaziano dal lago di Garda alla diga del Vajont passando per il monte Grappa, l'altopiano di Asiago e le prealpi trevigiane.


Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

 


VARIANTI:

È possibile raggiungere la cava di pietra e l’area picnic anche per un sentiero completamente in piano, creato in modo che possa essere percorso anche da disabili. Per raggiungere la partenza, da Romano si prende la Cadorna che sale a cima Grappa e dopo aver superato il 6 tornate si giunge alla località Bellavista. Qui è presente un bar chiuso che si chiama “Passator Cortese” e subito di fronte è presente una stradina asfaltata e poi sterrata con indicazioni Madonna del Silenzio, casa degli Scalpellini. C’è anche un divieto di transito eccetto frontisti ma in teoria si può andare. Al limite subito dopo l’incrocio, lungo la Cadorna, è presente uno spiazzo dove poter parcheggiare.

Potrebbe interessarti:

FOTO:

GPS 3D dell'escursione.

Gps dell'escursione, i colori indicano l'altimetria.

profilo altimetrico.

Madonna del Cornon vista da Pove.

Piazza degli Scalpellini a Pove.

Prime indicazioni.

Si sale per il sentiero degli Scalpellini.

lungo la piana degli Ulivi.

verso Pove, in fondo la sella di Caluga a Valrovina.

Su per gli Scalpellini.

il ponte vecchio di Bassano tra la foschia.

Camoscio sullo sperone.

area sosta alla cava di Costalunga.

l'area della cava di pietra.

il sentiero delle gallerie che taglia direttamente alla Madonna del Cornon.

punto panoramico vista Bassano.

panorama verso la val Brenta.

la biforcazione al Pian dei Nosellari.

Madonna del Cornon.

il panorama che si gode.

il piccolo bivacco alla Madonna del Cornon.

90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!
Li trovi su Amazon a questi link diretti:

   

Commenti

Popular Posts