Escursione ad anello al monte Elmo e al rifugio Sillianer Hutte

Escursione ad anello al monte Elmo e al rifugio Sillianer Hutte

Il monte Elmo a Sesto, in Alta Pusteria, è uno dei punti panoramici più belli delle Dolomiti di Sesto. Come si raggiunge? Con funivia e poi con una facile escursione ad anello che comprende il rifugio Sillianer in Austria.



Partenza: Stazione a monte, monte Elmo 2041 mt
Tipologia: anello
Dislivello: 500 D+
Lunghezza: 9 km  
Quota massima: Rifugio Sillianer Hutte 2447 mt
Tempi: 3.5 ore per l’anello senza le pause
Segnaletica: buona
Difficoltà: Medio Facile
Punti d’appoggio: Rifugio Gallo Cedrone, Sillianer Hutte
Cime percorse: Monte Elmo 2434 mt
Segnavia: 20 – 4 – 3
Gruppo: Dolomiti di Sesto
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 10, Dolomiti di Sesto
Periodo consigliato: Estate
Adatto ai cani: si
Presenza d’acqua: solo al punto di partenza 

NUOVA GUIDA Volpi del Vajolet per famiglie e per chi sta iniziando a scoprire le Dolomiti da poco. Raggruppa i percorsi più facili e famosi delle Dolomiti. Scoprila a questo link:

INTRODUZIONE: 

Uno dei migliori panorami su tutto il gruppo delle Dolomiti di Sesto e un salto in Austria sono due degli ingredienti principali per questa splendida escursione ad anello sul monte Elmo e al rifugio Sillianer Hutte. L’escursione è medio facile, la lunghezza totale è di 9 km per 500 mt di dislivello positivo, presenta comunque, specie nel tratto finale che sale al monte Elmo, dei punti abbastanza ripidi. Come anticipato prima, il panorama che si nota da questi verdi pendii del monte Elmo è davvero superlativo. Verso sud si può osservare tutto il gruppo delle Dolomiti di Sesto. Da sinistra a destra si vedono, la Croda Rossa di Sesto, cima Undici, La Croda dei Toni o cima Dodici con il rifugio Comici, Cima Una, dove dietro si trova il rifugio Pian di Cengia, Il Paterno e le Tre Cime di Lavaredo, e infine tutto il gruppo dei Tre Scarperi. Al di sotto si può ammirare tutta la Val Fiscalina e l’Alta Pusteria con i Paesi di Sesto e Moso. Sempre dalla cima del Monte Elmo si vede il paese di San Candido e verso Nord si ha uno sguardo verso l’Austria. Il monte Elmo è ed è stato territorio di confine, nella sua sommità, infatti, è presente sia un ex rifugio che diversi baraccamenti militari che fungevano da controllo nelle vallate sottostanti. Se infatti il monte Elmo è sotto il territorio italiano, il rifugio Sillianer Hutte, poco distante in linea d’aria, è sotto territorio austriaco. Il confine tra i due stati, Italia e Austria, si può notare sia dai vari cippi in pietra, che facevano da confine in epoca passata, sia dai vari cartelli lungo il sentiero. Se in Italia siamo abituati ai vari cartelli del CAI biancorossi, in Austria sono presenti cartelli dallo sfondo giallo. Infine all’arrivo delle Funivie del monte Elmo sono presenti vari percorsi e giochi per i bambini, luogo perfetto da passare con la famiglia. 

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Raggiunto l’abitato di Sesto, in Alta Pusteria, si lascia l’auto al parcheggio delle cabinovie del monte Elmo e le si prendono, arrivando già in quota a 2040 mt. In alternativa è possibile prendere anche la cabinovia a Versiaco, vicino San Candido, che porta comunque nello stesso punto. Dall’arrivo delle Cabinovie si seguono le indicazioni per il monte Elmo che procedono verso nord, segnavia 20. Da qui si circumnaviga il monte Hasenkopfl camminando tra vari cespugli fino a guadagnare quota a una forcella a 2369 mt. La cima del monte Elmo è sempre ben visibile e riconoscibile dal fatto che nella sua sommità è presente un ex rifugio-cascina abbandonata. Dalla forcella si procede verso est raggiungendo rapidamente e ripidamente il monte Elmo a 2434 mt. Un’ora e un quarto dalla partenza. Dalla cima del monte Elmo si scende dalla parte opposta della salita e in lontananza si nota il rifugio Sillianer. Dopo aver perso quota e raggiunto il confine tra Italia e Austria si giunge a un crocevia di sentieri. Da qui si procede per il sentiero 4 che in poco tempo e un’altra ripida salita si arriva al rifugio Sillianer Hutte a 2447 mt. Due ore dalla partenza. Dal rifugio Sillianer si torna indietro al crocevia di sentiero e, invece di risalire al monte Elmo, si continua lungo il sentiero che costeggia i suoi verdi pendii rivolti verso Sesto, segnavia 3. Dopo esser passati anche dal rifugio Gallo Cedrone a 2200 mt si rientra a valle utilizzando sempre le cabinovie dell’andata finendo così l’escursione.


POTREBBE INTERESSARTI

Giro del lago di Braies. Facile


SEGUIMI SUI SOCIAL A QUESTI LINK

NUOVA GUIDA Volpi del Vajolet per famiglie e per chi sta iniziando a scoprire le Dolomiti da poco. Raggruppa i percorsi più facili e famosi delle Dolomiti. Scoprila a questo link:

FOTO:

Gps 3d dell'escursione.

Gps dell'escursione

altimetria

prime indicazioni.

l'arrivo della cabinovia.

La Croda dei Toni e il rifugio Comici.

San Candido.

il sentiero verso il monte Elmo.

La Croda Rossa di Sesto.

Moso.

La val Fiscalina.

Verso l'Austria.

la cima del Monte Elmo.

verso l'Austria.

Le Dolomiti di Sesto dal monte Elmo.

lungo i sentieri.

indicazioni austriache.

Il Monte Elmo.

il rifugio Sillianer Hutte.

il rifugio Sillianer Hutte.

Il Paterno e le Tre Cime di Lavaredo.

lungo il sentiero.

il rifugio Gallo Cedrone.

Croda Rossa di Sesto.

Il monte Elmo e il rifugio Gallo Cedrone.

NUOVA GUIDA Volpi del Vajolet per famiglie e per chi sta iniziando a scoprire le Dolomiti da poco. Raggruppa i percorsi più facili e famosi delle Dolomiti. Scoprila a questo link:


Commenti

Post più popolari