Passo Falzarego: che escursioni fare e cosa vedere

 Passo Falzarego: che escursioni fare e cosa vedere.

Il passo Falzarego a Cortina offre moltissime escursioni trekking da fare sulle Dolomiti a tema Grande Guerra. Il passo Falzarego è un ottimo punto di partenza per passeggiate lungo i sentieri da percorrere a piedi.



Il passo Falzarego offre davvero molte escursioni da fare nelle Dolomiti di Cortina, tra Lagazuoi, Tofane e Averau ci sono tra i più bei scenari di montagna in Veneto. Il passo Falzarego offre anche molte escursioni a tema Grande Guerra e questa era zona di fronte. A passo Falzarego, 5 Torri e cengia Martini si trovavano gli italiani, mentre a passo Valparola, Sass de Stria e Lagazuoi si trovavano gli austriaci. Per l'escursionista che ama la montagna e la storia, in quest'angolo delle Dolomiti tra Veneto e Alto Adige può davvero sbizzarrirsi in camminate, trekkink e passeggiate. Vediamo in questo post, cosa vedere e che escursioni fare. 

Passo Falzarego: come arrivare

Il passo falzarego è un valico delle Dolomiti situato a 2109 mt. Si può raggiungere da tre vallate. Da Cortina, nella Conca Ampezzana, da Caprile in valle Agordina e dall'Alta Badia per il passo Valparola.

E' uscito "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti" stupenda guida targata Volpi del Vajolet per scoprire i rifugi più belli delle Dolomiti con la possibilità di inserire il timbro del rifugio!!! 

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:



.

Sentiero Kaisejager al Lagazuoi


Il sentiero Kaiserjager è un trekking molto famoso da fare a Cortina, nel Lagazuoi, sulle Dolomiti Ampezzane. In italiano è letteralmente il sentiero dei cacciatori imperiali austriaci. Quest'escursione merita di essere fatta sia per un motivo paesaggistico, sia per la storia che emana questo posto, uno dei principali fronti durante la Prima Guerra Mondiale. Il Lagazuoi infatti era una roccaforte austriaca, piena di gallerie e trincee, molte ancora visitabili oggi, scavata durante il conflitto dagli austriaci e dagli italiani che tentavano di espugnare questa montagna, punto strategico sui passi Falzarego e Val Parola. Oltre a questo si godono fantastici panorami sulle principali vette Dolomitiche, in primi sul gruppo delle Tofane. L'escursione è abbastanza impegnativa nonostante siano solo 700 metri di dislivello, da non sottovalutare alcuni tratti molto esposti. Il rifugio Lagazuoi è uno dei rifugi più famosi di Cortina e l'escursione dei Kaiserjager è una della tante escursioni che si possono fare a Cortina.


E' finalmente uscito il Volume 2 di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti". Non fartelo scappare, scopri nuovi itinerari e rifugi da raggiungere.

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

Cengia Martini e gallerie del Lagazuoi

La Cengia Martini e le gallerie del Lagazuoi sono un'altra area molto interessante da visitare a passo Falzarego. La Cengia Martini era una spina insidiosa per gli austriaci. Qui si trovavano gli italiani, che coperti naturalmente dalla montagna riuscivano ad attaccare gli austriaci quasi indisturbati. Gli austriaci provarono in tutti i modi a liberarsi di questa postazione italiana costruendo diverse gallerie di mina buttando letteralmente giù una buona parte della montagna. Per visitare le gallerie del Lagazuoi è possibile salire per il sentiero Kaiserjager, compiendo un'escursione ad anello come spiegato sopra, oppure, più facilmente, è possibile prendere la funivia che parte da passo Falzarego per poi fare tutto il percorso in discesa.


Averau, Nuvolau e 5 torri da Passo Falzarego.


L'escursione che porta ai rifugi Nuvolau, Averau e Cinque Torri è senz’altro una tra le più belle escursioni che si possono fare nelle Dolomiti Ampezzane di Cortina, in Veneto. Il rifugio Nuvolau è il rifugio più antico delle Dolomiti, situato sulla sommità del Nuvulau a 2575 metri s.l.m. Esso offre uno dei panorami a 360 gradi più belli tra tutte le Dolomiti. Oltre al panorama da cartolina verso le Tofane, le Cinque Torri e il Lagazuoi se ci si osserva attorno si possono notare la Marmolada, il Civetta, le Pale di San Martino, il Catinaccio, il Sassolungo, il Pelmo, il Sorapis e il Cristallo, un panorama a 360 gradi davvero completo. Oltre al panorama davvero unico, questo luogo è anche ricco di storia, infatti qui si sono svolte innumerevoli battaglie della Prima Guerra Mondiale e durante questa escursione si possono vedere diverse testimonianze, come il museo all’aperto delle Cinque Torri, dove si snodano camminamenti e trincee in pietra accompagnati percorribili da chiunque. Infine un’ultima nota va al piccolo laghetto di Limides dove i colori rosei delle dolomiti circostanti si specchiano nelle sue lipide acque creando dei giochi di riflessioni ricercati soprattutto dai fotografi. 

Sass de Stria


Dal vicino passo Valparola è possibile salire al Sass de Stria (in foto sopra la chiesetta di passo Falzarego), roccaforte austriaca. Più volte gli italiani tentarono di conquistarlo perdendo molti uomini. Anche il Sass di Stria, come il Lagazuoi, è ricco di trincee gallerie e postazioni. Nonostante sia un'escursione breve, salire al Sass de Stria presenta dei tratti attrezzati da procedere con cautela.

NUOVA GUIDA Volpi del Vajolet per famiglie e per chi sta iniziando a scoprire le Dolomiti da poco. Raggruppa i percorsi più facili e famosi delle Dolomiti. Scoprila a questo link:

Rifugio Giussani


Il rifugio Giussani è un altro bel itinerario che si può fare nei pressi di Passo Falzarego. Per raggiungere il rifugio Giussani, si parte dal rifugio Dibona, che si trova lungo una stradina tra Cortina e Passo Falzarego. L'arrivo al rifugio Giussani non presenta grosse difficoltà tecniche e impegnative. Il rifugio Giussani è anche punto d'accesso alla via normale per la Tofana di Rozes. 


Se ti vengono in mente altri itinerari da fare a passo Falzarego scrivilo pure nei commenti!

Tieni traccia di tutti i tuoi itinerari con il nuovo "Passaporto dell'escursionista" by Volpi del Vajolet. Un vero e proprio diario con lo spazio dove poter annotare tutti i dati dell'escursione come dislivello, difficoltà lunghezza, data ecc... e lo spazio per i vari timbri dei rifugi creando un personale libro di escursionismo. Lo trovi QUI su Amazon:







Commenti

Popular Posts