Bivacco Col dei Gai e monte Cimone: escursione ad anello da passo San Boldo

 Bivacco Col dei Gai e monte Cimone: escursione ad anello da passo San Boldo

Raggiungere la cima del monte Cimone e il bivacco col dei Gai è una bella escursione da fare nelle Prealpi Trevigiane. Si parte da passo San Boldo e per carrareccia e sentiero si compie un'escursione ad anello con splendide vedute sulle Dolomiti Bellunesi.

Partenza: Passo San Boldo 700 mt
Tipologia: anello
Dislivello: 650 D+
Lunghezza: 11 km  
Quota massima: Monte Cimone 1281 mt
Tempi: 4 ore per l’anello
Segnaletica: in alcuni punti buona, in altri scarsa, specie in alcuni passaggi chiave
Difficoltà: media
Punti d’appoggio: Bivacco Col dei Gai 1192 mt
Cime percorse: Monte Cimone 1281 mt
Segnavia: 990 – 3 – 4   
Gruppo: Prealpi Trevigiane
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 68, Prealpi trevigiane e bellunesi
Periodo consigliato: tutto l’anno
Adatto ai cani: si, probabili zecche in primavera - estate
Presenza d’acqua: no
Cosa vedere: Panorama sulla val Belluna e le Dolomiti Bellunesi

INTRODUZIONE:

L’escursione che porta al monte Cimone e al bivacco Col dei Gai, da Passo San Boldo, è un bel itinerario da fare nellePrealpi Trevigiane, più precisamente nei monti di Cison di Valmarino. Quest’escursionein Veneto è una camminata di media difficoltà. L’anello comprende 4 ore di cammino per 11 km e 650 metri di dislivello. Quest’escursione può essere un’alternativa, alla più classica salita al bivacco dei Loff. La parte iniziale del percorso si sviluppa su carrarecce asfaltate, cementate e sterrate, che salgono in maniera tranquilla, con pendenze mai elevate. La seconda parte della salita, come si può vedere dal grafico altimetrico, si inerpica maggiormente, e dal fitto bosco si passa a uno più diradato. A discapito di questa salita più faticosa si è ripagati dal panorama che inizia ad intravedersi. Se la val Belluna, a nord, è ancora nascosta, si ha una vista spettacolare sulla pianura fino alla laguna veneta, si vedono i Colli Euganei, Berici e Asolani. Ad est invece, non si può che non notare l’imponenza del monte Cesen e, di fronte ad esso, si nota il Colde Moi e le cime di Vallonscuro e Crodon del Gevero. Fino alla cima del monte Cimone il panorama continua a migliorare, ma solo una volta giunti al Bivacco Col dei Gai che si ha la vista più bella. Una vera terrazza sulle DolomitiBellunesi e la val Belluna. Oltre a essere di fronte alla Schiara, Pelf e Serva, l’occhio allenato può che non notare Le Pale di San Martino, con il monte Agner, il Civetta, la Marmolada, il Sass de Mura, il Pizzocco e in lontananza si vede anche l’Antelao. Oltre a questo, si vedono alcune cime delle Dolomiti Friulane e ovviamente il Col Visentin a lato. Due considerazioni da fare per quest’itinerario. La prima è che la segnaletica in alcune zone è ben segnata, in altre, specie in alcuni punti chiave, manca o è nascosta. Conviene quindi avere a portata una traccia gpx da seguire (vedi sotto per scaricare). La seconda cosa è che la maggior parte del sentiero è rivolto a ovest e nord del monte Cimone e di conseguenza, specie nei mesi invernali, ci si troverà in ombra. Questo comporta che è possibile trovare sia ghiaccio o neve. Da adattarsi con ramponcini o ciaspole di conseguenza, in base la stagione.

Stai cercando un itinerario nelle Prealpi Venete?' E' uscito "Alla scoperta delle prealpi Venete" stupenda guida targata Volpi del Vajolet che ti porta a scoprire ben 30 itinerari che spaziano dal lago di Garda alla diga del Vajont passando per il monte Grappa, l'altopiano di Asiago e le prealpi trevigiane.


Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Per fare quest’escursione al monte Cimone e al bivacco Col dei Gai, da Cison di Valmarino si sale al passo San Boldo a 700 mt. Dopo aver percorso le caratteristiche gallerie del passo e parcheggiato, si sale la montagna ad est. Davanti la locanda Laris è presente una strada asfaltata che porta ad alcune case e una chiesetta degli alpini. La si imbocca e inizia la salita. Si percorre tutta la stradina asfaltata che, man mano che prosegue, si fa prima cementata e poi sterrata. Finito il primo gruppo di case appaiono le indicazioni, con un gran tabellone, per il monte Cimone. Si sale lungo il sentiero segnato tra il fitto bosco. Giunti ad un’ultima casa, la strada sterrata finisce e, sulla sinistra con segnavia biancorosso, il sentiero inizia ad arrampicare il versante sempre sotto il fitto bosco di abeti. La salita ora ha cambiato passo facendosi più ripida e, guadagnando quota con diversi zig zag, si esce dal bosco aprendosi il panorama. Si continua a salire, e ormai si giunge anche alla cima del monte Cimone a 1281 mt dov’è presente anche un ripetitore radio. Si scende ora dalla parte opposta e seguendo le indicazioni per il bivacco Col dei Gai poste su una casa lo si raggiunge puntando a nord. Dopo essersi goduto di questa strepitosa vista, si procede a sinistra e si segue l’andamento della montagna per larga stradina. Qui, essendo a nord, in inverno è facile trovare molta neve. Circumnavigato il monte Cimone si raggiunge nuovamente il versante occidentale e qui si trovano alcune case. Si inizia ora a scendere per sentieri poco segnati e, una volta giunti ad una con stradina asfaltata, è presente un sentiero segnato da un paletto biancorosso un po’ nascosto che punta deciso a sud. Si prende questo sentiero detto “Troi dei Lont” e si rientra a passo San Boldo dopo 4 ore si cammino.

VARIANTI

Volendo è possibile fare quest'escursione anche nel senso opposto. Si avrà così una discesa più ripida e una salita più dolce.

 TRACCIA GPX:

traccia gpx bivacco Col dei Gai Monte Cimone.

Disponibile su Amazon la mia nuova guida "Alla scoperta dei sentieri del monte Grappa".  Ti porta a scoprire 23 itinerari sul massiccio del monte Grappa, lungo i sentieri della Grande Guerra. Con tantissime foto del Grappa, cartine che indicano il percorso, descrizioni dettagliate e un approfondimento storico, non puoi lasciarti sfuggire questa bellissima guida!


POTREBBE INTERESSARTI

SEGUIMI SUI SOCIAL

FOTO:


traccia GPS, i colori indicano l'altimetria.

Gps 3d
Altimetria

Il passo San Boldo.

salendola strada asfaltata.

la chiesetta alpina.

Prime indicazioni.

lungo il sentiero.


Cesen e monti di Cison.


Vallonscuro e Col de Moi.

Seguimi su www.instagram.com/luca_matt per non perderti tutte le mie ultime escursioni.


lungo il sentiero si salita.

lungo il sentiero di salita.

il bivacco Col dei Gai.

vista dal bivacco Col dei Gai.

Vista verso la Schiara dal bivacco Col dei Gai.

Schiara e Serva.

bivacco Col dei Gai.


bivacco Col dei Gai.

bivacco Col dei Gai.

bivacco Col dei Gai.

La cima del monte Cimone.

il sentiero che sale al monte Cimone.

PIANIFICA LE TUE ESCURSIONI IN MONTAGNE CON LE GUIDE VOLPI DEL VAJOLET, QUI TUTTI I LINK PER ACQUISTARLE SU AMAZON:

      

Commenti

Popular Posts