Monte Ziolera e lago delle Buse: escursione ad anello da passo Manghen

 Monte Ziolera e lago delle Buse: escursione ad anello da passo Manghen.

L'anello del monte Ziolera e lago delle Buse è una bella escursione trekking da fare in Lagorai. Si parte da Passo Manghen, tra la Valsugana e la val di Fiemme.

Partenza: Passo Manghen 2013 mt
Tipologia: anello
Dislivello: 800 D+
Lunghezza: 12 km
Quota massima: Cima Ziolera 2478 mt
Tempi: 5 ore per l’anello senza le pause
Segnaletica: ottima
Difficoltà: medio – difficile (alcuni tratti impegnativi ed esposti)
Punti d’appoggio: Rifugio passo Manghen 2013 mt   
Cime percorse: Cima Ziolera 2478 mt
Segnavia: 322 – 322B – 362 – 322A  
Gruppo: Lagorai  
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 58, Valsugana, Tesino, Lagorai, cima d’Asta
Periodo consigliato: tutto l’anno, tranne per la stagione invernale con neve
Adatto ai cani: si (ma impegnativo, leggi sotto)
Presenza d’acqua: no, se non nei laghi
Cosa vedere: Panorama dalla cima, lago delle Buse e lago di Montalon


INTRODUZIONE:

L’anello del monte Ziolera e lago delle Buse da passo Manghen è una delle più classiche escursioni in Lagorai da fare.

Quest’escursione, trovandosi a passo Manghen, può considerarsi sia un’escursione in val di Fiemme sia un’escursione in Valsugana, dato che il passo collega le due valli. L’anello del monte Ziolera, nonostante dislivelli e lunghezza non siamo molti, 12 km per 800 D+, presenta delle insidie da non sottovalutare, specie se si cammina con cane a seguito. La parte più impegnativa è la parte iniziale. La salita e discesa dal Ziolera. Come si nota dal grafico altimetrico il dislivello si impenna e diminuisce vertiginosamente, segno che qui si hanno pendenze elevate. In particolare, la discesa dallo Ziolera è ripida e sdrucciolevole, da fare con particolare attenzione vista anche l’esposizione. Comunque, esiste un sentiero che passa a lato del Ziolera, per cui questa parte impegnativa è evitabile. Un’altra zona da fare particolare attenzione è il tratto che dalla forcella Pala del Becco porta al lago di Montalon. Qui bisogna superare un classico pietrame del Lagorai, formato da grossi massi da saltare da uno all’altro. Per qualcuno può essere divertente superarli ma per altri la progressione può essere difficoltosa. Un’ultima cosa è data dal fatto che essendo tutta l’escursione sopra i 2000 mt sono presenti pochissimi alberi e, lungo tutto il tragitto, si è esposti al sole. Proprio per questi motivi, se si decide di intraprendere l’escursione con cane a seguito, bisogna valutare attentamente di farlo (Noi, con Argo è abituato a questa tipologia di percorsi e l’abbiamo affrontato con serenità). Fatto questa premessa, l’anello del monte Ziolera è veramente una bella escursione in Lagorai. Un ambiente unico, verde, con prati pieni zeppi di fiori. Una zona fatta da brulle guglie porfiriche e laghetti d’alta quota, tra cui i due bellissimi, laghetto di Montalon e lago delle Buse. Un’ambiente diverso da quello delle Dolomiti ma comunque davvero appagante. Il panorama dalla cima del Ziolera è davvero lodevole. Oltre alle cime del Lagorai e un primo piano su Cima d’Asta, in lontananza si notano le più alte vette del trentino. Dalle Dolomiti di Brenta, al gruppo dell’Adamello fino al Carè Alto. Più verso nord-est, si vedono invece le Dolomiti, con la Marmolada e le Pale di San Martino. A sud, invece, lo sguardo non può mancare su la cresta settentrionale dell’altopiano di Asiago e sulle cime dell’altopiano di Lavarone, come il Becco di Filadonna. Una vista niente male. Un’escursione davvero consigliata, tra panorami unici in ambiente tipico del Lagorai con laghetti d’acqua.

  90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!

Li trovi su Amazon premendo l'immagine qui sotto!

MONTE ZIOLERA E LAGO DELLE BUSE: ESCURSIONE IN DETTAGLIO.


Per fare quest’anello al monte Ziolera e laghetto delle Buse si parte da passo Manghen, valico che collega la Valsugana con la val di Fiemme. La strada per il Manghen è in ottime condizioni, è solamente un po’ stretta nell’ultimo tratto (superata la val Calamento). Da fare attenzione se si incontrano altre auto. Il parcheggio al passo è molto piccolo, anche se esiste qualche piazzola prima di raggiungere il passo dal lato della Valsugana, si consiglia di arrivare presto. Lasciata l’auto nei pressi di uno dei parcheggi vicini al rifugio a Passo Manghen, non si possono notare fin da subito le indicazioni per il monte Ziolera. Si imbocca quindi il sentiero 322 e, dopo un tratto iniziale in falsopiano, inizia la salita verso la forcella del Frate a 2283 mt. Da qui inizia la salita vera e propria per il Ziolera e ripidamente e rapidamente si raggiungono i 2478 mt della vetta, affrontando nella prima parte dell’escursione quasi tutto il dislivello positivo. Dalla cima si scende dalla parte opposta di salita e, facendo particolare attenzione alla discesa, si perdono velocissimamente i mt di quota guadagnati, scendendo per una discesa abbastanza tecnica. Si raggiunge ora forcella Ziolera e tramite un sentiero in cengia erbosa, con ogni tanto qualche pietrame, si raggiuge anche la forcella Pala del Becco. Ad ogni forcella è possibile accorciare il percorso, tagliando direttamente per il lago delle Buse. Dall’ultima forcella si inizia a perdere quota affrontando un pietrame in discesa davvero vasto. Quest’ultimo è formato da pietre abbastanza grandi, un po’ impegnativo per i cani ma divertente per gli umani, con le dovute attenzioni (Date dal fatto che i porfidi del Lagorai sono colla per gli scarponi). Superato questo tratto un po’ impegnativo si raggiunge il lago di Montalon e con un’ulteriore breve salita si raggiunge anche forcella Montalon, a metà percorso circa. Qui ormai le difficoltà del percorso sono terminate e con un sentiero in quota in saliscendi, si raggiunge il laghetto delle Buse camminando tra i rododendri in fiore (fine giugno metà luglio). Gustata la bellezza del lago delle Buse si è ormai al termine dell’escursione. Si continua a scendere per infine affrontare la breve, ma stancante, salita che riporta in conclusione nuovamente al passo Manghen.

 

POTREBBE INTERESSARTI:

TRACCIA GPX:

traccia gpx escursione Ziolera lago delle Buse.

VARIANTI:

Se si vuole fare un’escursione facile, da passo Manghen si può raggiungere il laghetto delle Buse in un’oretta abbondante di cammino. Le parti complesse, inoltre, di questa escursione sono comunque evitabili. Per la salita al Ziolera è presente un sentiero a lato della montagna, mentre se si ritiene che il percorso sia troppo lungo, ad ogni forcella, è possibile tagliare al lago delle Buse, accorciando di molto la lunghezza totale.

 Se può interessarti e farti un'idea, ho fatto un reel su Instagram con i video della salita. Puoi seguirmi a questo link diretto qua sotto:


FOTO:

GPS 3D dell'escursione.

Gps dell'escursione. I colori indicano l'altimetria.

Profilo altimetrico.

Prime indicazioni.

parcheggio al Passo Manghen.

Si inizia a salire.

Verso Forcella del Frate.

Il Passo Manghen.

Le Dolomiti di Brenta dalla cima del Ziolera.

la discesa tecnica.

il lago delle Buse visto dall'alto.

verso forcella Ziolera.

90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!
Li trovi su Amazon a questi link diretti:

   


la piramide del Ziolera.

spero si veda la discesa.

Forcella Pala del Becco.

Forcella Pala del Becco.

La pietraia da superare.

Si passa qua in mezzo.

la pietraia da superare.

il lago di Montalon.

il lago di Montalon.

il lago di Montalon.

Forcella Montalon.

il sentiero che scende dalla forcella Montalon.

Si intravede il lago delle Buse.

ci avviciniamo.

il lago delle Buse.

il lago delle Buse.

Tornati al passo Manghen.

 90 escursioni e 175 rifugi delle Dolomiti da visitare, con le tracce GPX da scaricare direttamente dalla guida e lo spazio per il timbro del rifugio!!!  Tutto questo solo con i tre volumi di "Alla scoperta dei rifugi delle Dolomiti"!

Li trovi su Amazon premendo l'immagine qui sotto!

Commenti

Popular Posts