10 escursioni di primavera sulle prealpi

10 Escursioni di primavera sulle prealpi del triveneto

La primavera è arrivata, la temperatura inizia a scaldarsi e fare qualche escursione in montagna inizia ad essere davvero piacevole, ecco quindi 10 idee su dove andare a fare un escursione in questo periodo dell'anno!

Ricordati di seguire la pagina facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime escursioni e notizie premendo qui:--> volpi del vajolet

1) Escursione sul Monte Grappa: da san Liberale a Cima della Mandria attraverso le Meatte!


Una delle più belle e interessanti, dal punto di vista storico, escursioni che si possono fare sul massiccio del monte Grappa è senz'altro raggiungere cima della Mandria partendo da San liberale percorrendo il sentiero delle Meatte.


QUI IL LINK:


Un escursione molto piacevole da fare nelle Prealpi Trevigiane, vicino a Cison di Valmarino, è sicuramente la salita al Bivacco dei Loff e alle cime circostanti, più precisamente al Crodon del Gevero e Cima Vallon Scuro. Oltre al bivacco, che è la vera e propria perla di quest'escursione il panorama che si può ammirare dalle cime è mozzafiato.





Il panorama che offre il Col del Moi è davvero particolare, da un lato, in una giornata tersa, si riesce a vedere la laguna di Venezia mentre dall'altro lato si vedono tutte le Dolomiti con ai piedi la Val Belluna.

Ricordati di seguire la pagina facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime escursioni e notizie premendo qui:--> volpi del vajolet


QUI IL LINK:

Escursione al Col de Moi e al bivacco dei Loff da Cison di Valmarino.


Un giro davvero bello per godersi appieno le prealpi Trevigiane è compiere l’escursione ad anello passando per tre bivacchi, davvero suggestivi, che sono il bivacco dei Loff, la Casera Vallon Scuro e la casera Costacurta, restaurata di recente. Oltre ai bivacchi, si passa anche sulla cima Vallon Scuro, detta anche “La Pala”, dove il panorama che si può ammirare è superlativo.



QUI IL LINK:

Giro dei tre bivacchi: Loff, Vallonscuro e Costacurta.



Il colle di San Giorgio è ben visibile dalla pianura, si trova nei colli Asolani, a metà circa dalla rocca di Asolo e Forcella Mostacin. Nelle giornate di sole si nota in maniera particolare in quanto i raggi solari riflettono nella cupola dell’oratorio dedicato a San Giorgio che si trova in cima. Ideale per un pomeriggio!



QUI IL LINK:

Piccola escursione al colle di San Giorgio


Un buon trekking da fare tutto l’anno anche per mantenersi in allenamento è sicuramente il cammino delle due Rocche: dalla rocca di Asolo alla rocca di Cornuda. Siamo precisamente sui colli Asolani e con questo trek gli si attraversa completamente da ovest a est. 



QUI IL LINK:

Sentiero delle due rocche.


Un posto davvero suggestivo da affrontare con le ciaspole è il Col Visentin. Il Col Visentin è una montagna delle prealpi bellunesi tra la provincia di Treviso e quello di Belluno che raggiunge i 1763 metri d’altezza s.l.m. con un panorama da togliere il fiato. Anche se qui è descritta una ciaspolata si può benissimo seguire lo stesso percorso.

QUI IL LINK:

Escursione al col Visentin dal Nevegal


Siamo nell'altopiano dei sette comuni, per l'esattezza nell'altopiano di Vezzena, poco più a nord di Asiago, per una splendida escursione, poco impegnativa, ma con panorami a strapiombo sulla  Valsugana e sui laghi di Caldonazzo e Levico.


QUI IL LINK:

Escursione al forte Vezzena sul Piz di Levico.


Un bel trekking da fare tutto l’anno, magari nei mesi freddi per tenersi in allenamento è raggiungere Rocca Pendice sui Colli Euganei. L’escursione non è particolarmente impegnativa, il dislivello è minimo però comunque ci sono due tre passaggi esposti che richiedono una certa esperienza in fatto di escursione.

QUI IL LINK:


Il lago e la valle del Mis rientrano nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.
I motivi principali per visitare questo gioiello del parco oltre al bellissimo lago sono la cascata La Soffia e gli straordinari Cadini del Brenton.
Le Cascate della Soffia sono un vero spettacolo della natura: dodici metri di fragoroso salto, che le rocce fanno rimbombare ancor di più, rendono questo luogo magico e da togliere il fiato.
I Cadini (catini) del Brenton invece, sono delle marmitte di erosione, vasche naturali, profonde anche quattro metri, scavate da piccole cascate del torrente Brenton sui gradini di roccia che portano al Lago del Mis. Ideale per un pomeriggio!

POTREBBE INTERESSARTI:

Ricordati di seguire la pagina facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime escursioni e notizie premendo qui:--> volpi del vajolet

Commenti

Post più popolari