Giro delle malghe: dalla Vedetta a cima Grappa

 Giro delle malghe: dalla Vedetta a cima Grappa

Escursione ad anello che da Malga Vedetta, a cima della Mandria, si raggiunge "Pian dea Baea" per il sentiero delle Meatte. Poi si sale a Cima Grappa passando per Malga Val Vecia. Si continua lungo l'Alta via degli eroi, si supera la Croce dei Lebi e da Malga Valpore di Cima si scende alla Val delle Mure e Malga Mure. Si rientra alla Vedetta per le vicine malghe Archeson e Archeset.


Partenza: Malga Vedetta, cima della Mandria 1445 mt
Tipologia: anello
Dislivello: 650 D+
Lunghezza: 13 km
Quota massima: Cima Grappa 1775 mt
Tempi: 4 ore per l’anello
Segnaletica: ottima
Difficoltà: Media
Punti d’appoggio: Malga Archeson, Malga Val Vecia, Rifugio Bassano, Malga Mure, Malga Archeset
Cime percorse: Cima Grappa, cima della Mandria
Segnavia: 152 e ANG (Anello Naturalistico del Grappa)
Gruppo: Massiccio del Monte Grappa
Cartografia: Tabacco 1:25.000, foglio 51, Massiccio del Monte Grappa, Bassano, Feltre
Periodo consigliato: tutto l’anno, evitando in estate i periodi molto caldi e periodi con la neve
Adatto ai cani: si
Presenza d’acqua: no
Stai cercando un itinerario nelle Prealpi Venete?' E' uscito "Alla scoperta delle prealpi Venete" stupenda guida targata Volpi del Vajolet che ti porta a scoprire ben 30 itinerari che spaziano dal lago di Garda alla diga del Vajont passando per il monte Grappa, l'altopiano di Asiago e le prealpi trevigiane.

Acquistala subito su Amazon sul link qui sotto:


INTRODUZIONE:

Un itinerario interessante da fare nel Massiccio del monte Grappa è il giro delle malghe in Grappa. Si passa per ben 6 malghe e 1 rifugio. Quest’escursione ad anello è di media difficoltà e si percorrono 13 km con 650 mt di dislivello tra i vari saliscendi. Il sentiero, in generale è privo di pericoli e poco esposto tranne il tratto del sentiero delle Meatte che, nonostante sia abbastanza largo, è parecchio esposto. Le 6 malghe che si possono osservare durante il tragitto sono: malga Vedetta, malga Archeson, malga Val Vecia, malga Valpore di Cima, Malga Mure e malga Archeset. Inoltre, si passa anche per il rifugio Bassano situato alla cima del monte Grappa. Come tutti i percorsi in Grappa, anche questo è un itinerario che ha valenza storica. Tutta la zona che da San Liberale porta a cima Grappa sono zone e mulattiere costruite durante il conflitto e a cima Grappa, dato che si passa, è possibile visitare la Gallerie Vittorio Emanuele, roccaforte italiane durante l’invasione austriaca. Lungo il sentiero delle Meatte, infine, è quasi sicuro incontrare camosci al pascolo. Lungo i verdi pendii dietro all’Archeson e al Boccaor si sono ben insidiati creando dei branchi davvero numerosi.

L’ESCURSIONE IN DETTAGLIO:

Il parcheggio a malga Vedetta, vicino a cima della Mandria, è raggiungibile in diversi modi. Si può salire da Pederobba, passando per il Tomba e continuando per una strettissima stradina ben asfaltata. Si può salire da San Liberale per la strettissima e ripidissima salita che porta “al salto dea Cavara”. O più facilmente si può raggiungere salendo da Semonzo e deviando per la strada delle Malghe, che porta prima al rifugio Ardosetta, poi a “Pian dea Baea” e infine alla Vedetta. Lasciata l’auto si prende il sentiero 152, “Sentiero delle Meatte” che con un’oretta scarsa di saliscendi porta a “Pian dea Baea” lungo la intraprendete mulattiera costruita dai soldati per rimanere al riparo dal tiro degli austriaci. Da Pian dea Baea si seguono le indicazioni per Malga Val Vecia e si inizia a salire raggiungendola tramite stradina cementata. Dalla malga si continua a salire tramite comodo sentiero di montagna, intersecando il sentiero di salita della ferrata Guzzella, fino raggiungere cima Grappa a 1775 mt a due ore dalla partenza. Dal parcheggio di cima Grappa, subito prima della scalinata che porta all’ossario, si devia a destra lungo Altavia degli Eroi con sentiero 156 che indica Col dell’orso e si scende a Croce dei Lebi a 1526 mt. A Croce dei Lebi si continua dritti fino ad arrivare alla forcella che interseca il sentiero ANG, Anello Naturalistico del Grappa. Da questa forcella si può notare sulla sinistra malga Valpore di Cima. Dalla forcella si cambia sentiero scendendo a destra verso la Val delle Mure, seguendo il sentiero ANG e, raggiunta la strada asfaltata della val delle Mure, si continua a nord est fino ad arrivare a malga Mure. Ora in salita si continua lungo la strada asfaltata fino a ritornare al punto di partenza. Subito a lato di cima della Mandria è presente malga Archeset. Volendo subito dopo malga mure è presente un sentiero che taglia a malga Archeson.

VARIANTI:

E’ possibile fare quest’anello partendo anche da Pian dea Baea oppure da cima Grappa.


POTREBBE INTERESSARTI:

Le trincee del Col Campeggia. Facile


Acquista le guide targate Volpi del Vajolet direttamente su Amazon a questi link diretti e scopri i rifugi e le camminate più belle tra Dolomiti e Veneto, tra storia e natura!

     

FOTO:

Gps 3d dell'itinerario

Gps dell'escursione.

altimetria

Indicazioni a inizio escursione.

Malga Vedetta.

Malga Archeson

sentiero delle Meatte.

Sentiero 153 che scende a San Liberale.

ponte tibetano della ferrata Sass Brusai

Sentiero delle Meatte.

Sentiero delle Meatte.

Sentiero delle Meatte.

Sentiero delle Meatte.

Camoscio lungo il sentiero delle Meatte.

Camoscio lungo il sentiero delle Meatte.

Camoscio lungo il sentiero delle Meatte.

Camosci lungo il sentiero delle Meatte.

Camosci lungo il sentiero delle Meatte.

indicazione per malga Val Vecia.

la strada che porta a malga Val Vecia.

il sentiero delle Meatte.

malga Val Vecia.

val delle Mure

malga Val Vecia.

Ossario di cima Grappa.

lungo il sentiero.

rifugio Bassano.

lungo il sentiero.

Croce dei Lebi.

Malga Valpore di Cima.


indicazioni.

Val delle Mure

Malga Mure.

Verso i Solaroli.

Malga Archeset da cima della Mandria.

Acquista le guide targate Volpi del Vajolet direttamente su Amazon a questi link diretti e scopri i rifugi e le camminate più belle tra Dolomiti e Veneto, tra storia e natura!

     

Commenti

Post più popolari